GRAZIA DELEDDA NEL MONDO: GALTELLI' IL 21 OTTOBRE CELEBRA IL SUO PREMIO NOBEL CON DUE ANNIVERSARI SPECIALI


di Neria De Giovanni

Galtellì celebra Grazia Deledda con due anniversari speciali, a 80 anni dalla scomparsa della nota scrittrice (1936) ricorrono anche i 90 anni dal conferimento del Nobel per la letteratura (1926), grazie al celebre romanzo “Canne al vento”, ambientato quasi interamente nell’antico borgo.
Attraverso l’opera della scrittrice nuorese è possibile tracciare, tra le vie acciottolate di Galtellì, un insolito itinerario, fisico e letterario, alla scoperta di quegli spazi che fanno da sfondo alle vicende del romanzo.
Un circuito definito da Stanislao Nievo”Parco Letterario”, vanto e ricchezza per questo paese, le cui immagini, ambienti, sapori e stati d’animo sono immutati, a portata di mano per chi li voglia conoscere e apprezzare oggi come ieri.

Venerdì 21ottobre, presso la Sala Conferenze dell’Anfiteatro Comunale si terrà un convegno alla presenza di illustri ospiti regionali, nazionali e internazionali, per rendere omaggio alla scrittrice attraverso un ricco programma, caratterizzato dalla presenza di istituzioni, di studiosi della cineteca sarda che proporranno un filmato inedito su Galte e dintorni, di letterati che hanno contribuito ad allargare i confini della Deledda nel mondo.

Il Convegno, in linea con il processo iniziato l’anno scorso, che ha visto il primo premio internazionale nel mondo di Grazia Deledda, sarà arricchito inoltre dalla realizzazione di un monumento nato dall’idea grafica di un giovane della comunità, Angelo Dessantis, studente del liceo artistico F. Ciusa di Nuoro. Un progetto classificatosi secondo a livello nazionale al concorso “Biennale della memoria”, concorso organizzato dalla Camera dei Deputati in ricordo dei 70 anni della Repubblica.
In collaborazione con il Liceo F. Ciusa e gli artigiani locali questo progetto sarà realizzato su marmo locale, gentilmente offerto da una ditta del territorio, e con ferro battuto, sempre del posto, a rappresentare le canne.

Giovani, scuole, istituzioni, privati, grossi letterati, insomma un vero progetto di rete, sviluppato con la massima condivisione, per rendere speciale una giornata in onore della nostra amata scrittrice sarda.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *