A MAMOIADA IL 9 SETTEMBRE, “IL DIO PETROLIO” DI FRANTZISCU MASALA


evento segnalato da Silvia Cei

A pochi giorni dalla ricorrenza dei cent’anni dalla nascita di Frantziscu Masala, la Casa di Suoni e Racconti omaggia il “Poeta dei Vinti”, portando nuovamente in scena, questa volta in territorio Barbaricino, il Reading Musicale “Il Dio Petrolio”. La performance proposta sarà parte del programma di attività allestito in occasione della II edizione della Manifestazione “ci RIFIUTIamo”, previsto nelle giornate di Venerdì 9 e Sabato 10 Settembre 2016 e organizzato dall’Amministrazione Comunale di Mamoiada insieme all’Associazione Culturale Educanimarte col fine di sensibilizzare al rispetto per l’Ambiente. Venerdì 9 Settembre 2016 alle ore 21:00 a pochi chilometri dal centro abitato di Mamoiada il complesso del Santuario di San Cosimo sarà lo scenario per la trasposizione in Parola e Musica dell’opera attraverso cui Frantziscu Masala ha delineato in maniera dissacrante e concreta la profonda metamorfosi sociale, antropologica e ambientale che l’Isola di Sardegna ha subito con l’impiantarsi dei grandi complessi industriali petrolchimici. L’attrice Camilla Soru e il chitarrista Andrea Congia, attraverso le intime pagine del diario del protagonista Don Adamo, il Parroco di Arasolè, daranno voce a un Popolo, quello Sardo, travolto dal Progresso.

EDUCANIMARTE – L’Associazione culturale Educanimarte nella giornata di Venerdì 9 Settembre 2016 condurrà un percorso laboratoriale avventuroso sui temi della Natura e dell’Ambiente, “Il Quinto Elemento”. Anche tale attività si svolgerà nel complesso del Santuario di San Cosimo. Rivolta a Bambini e Ragazzi (6-12 anni) sarà distribuita in due fasce orarie (10:00-12:00 e 15:00-17:00).

 LO SPETTACOLO

IL DIO PETROLIO di Frantziscu Masala

Profezie della Catastrofe Antropologica

Inquiete Riflessioni Sonore

Drammaturgia – Camilla Soru e Andrea Congia

Produzione – Casa di Suoni e Racconti

Camilla Soru – voce recitante

Andrea Congia – chitarra classica/synth 

Due Mondi si scontrano. Due i vertici contrapposti: il campanile e la ciminiera. Un solo Signore: il Dio Petrolio. Risuona la Campana della Morte. Le ritmate e povere ore di Arasolè cozzano contro la velocità ridente e devastatrice della Modernità di Sarrok. Soliloqui, ombre e timori scorrono rapidi nella mente del Prete Senza Madre, che non vuole farsi travolgere da un Progresso che non vede. Tra Parola e Musica, le pagine di un Diario si riflettono nella voce dell’attrice Camilla Soru e nelle musiche del chitarrista Andrea Congia.

Il Libro

Scritto nel 1986, è stato pubblicato con Edizioni Castello con il titolo Il Dio Petrolio e nel 2001 Il Maestrale lo pubblica con il titolo Il Parroco di Arasolè. Don Adamo, sradicato dalla originaria comunità contadina, viene spedito ad amministrare la chiesa del paese-dormitorio di un polo petrolchimico. Le sue psicosi, le nevrosi e i complessi privati si mescolano e si identificano con il disagio storico di un’intera Civiltà, scissa tra un’identità culturale a brandelli ed il nuovo, alienante mondo dominato dal Dio Petrolio.

Frantziscu Masala (Nughedu San Nicolò 1916 – Cagliari 2007)

Narratore, poeta, giornalista, saggista e autore di Teatro. Nel 1951 vince il Premio Grazia Deledda e nel 1956 il Premio Chianciano. Sono questi gli anni in cui Frantziscu Masala delinea sempre più precise ed essenziali linee di pensiero intorno al tema “Sardegna” e a quello dei “Vinti”, in una sorta di sconsolato revanscismo. Nel 1978 è presidente del Comitadu pro sa Limba, che presentò la proposta di legge per il bilinguismo perfetto in Sardegna. Le sue opere sono tradotte in diverse lingue nel Mondo.

GLI ARTISTI

Associazione Culturale Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti – www.facebook.com/traparolaemusica

Nasce nel 2015 in seno ai percorsi del musicista Andrea Congia, della Rassegna “Significante” e dello Staff creatosi intorno a essa, da sempre dedicati allo Spettacolo e alla Parola e alla Musica. Ha lo scopo di liberare le Storie degli Uomini, raccontandole nelle vive performance, facendole viaggiare dalle pagine scritte all’Oralità e all’Azione. Esplora l’Arte, la Cultura, i Territori, i Linguaggi, gli Incontri, in costante sinergia con altre Realtà, nella ferma convinzione che Comunicare significhi Venire alla Luce.

Camilla Soru

Attrice di teatro e cinema, prende parte a numerosi spettacoli per diverse realtà culturali. Inizia la sua formazione a Bologna frequentando la Scuola di Teatro Colli e l’Accademia d’Arte Drammatica dell’Antoniano. Nel corso degli anni studia con diversi maestri tra i quali Anna Proclemer, Marco Baliani, Yves Le Breton, Sergei Tcherkasski, Danio Manfredini, Coco Leonardi. Attualmente è impegnata in diverse compagini e progetti artistici.

Andrea Congia – www.facebook.com/andcongia

Nasce a Cagliari nel 1977. Laureato in Filosofia. Chitarrista, autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Death Electronics, Fàulas. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo, dedicata alla Letteratura Sarda, Significante. Nel 2015 fonda l’Associazione Culturale Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti di cui coordina le attività e i progetti.

Una risposta a “A MAMOIADA IL 9 SETTEMBRE, “IL DIO PETROLIO” DI FRANTZISCU MASALA”

  1. In occasione dello centenario della nascita di Francesco, vorrei segnalare la “fortuna” editoriale della sua opera particolarmente in Francia. Sono il traduttore in francese di quatro opere di Cicitu: Storia dei vinti (Le Braconnier et autres poèmes de Sardaigne, 1984); Il Dio Petrolio (Le Curé de Sarrok, 1989), Quelli dalle labbra bianche (Ceux d’Arasolé, 1999) e Il Riso sardonico (Le Rire sardonique, 2014) e sto lavorando, con Savina Lella, alla traduzione della sua Storia del teatro sardo.
    Saludu e trigu.
    Claude SCHMITT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *