36 ANNI DI ZUM LOWENECK: MICHELE E IL SUO RISTORANTE TEDESCO A QUARTU SANT’ELENA

ph: Hans-Dieter Michael Fellmann

di Maria Luisa Porcella Ciusa

Avere trentasei anni di attività alle spalle e sentirsi ancora sulla cresta dell’onda: questa la storia di Hans-Dieter Michael Fellmann da Kitzingen, che nel lontano 22 aprile del 1980 aprì il suo locale bavarese a Quartu Sant’Elena, il Zum Loweneck di via Magellano. Da allora tantissimi sono stati i clienti a gustare i suoi würstel bianchi e l’insalata di patate innaffiata da birra al frumento, grazie alla quale il locale è stato nominato dall’Accademia della birra come una delle migliori 30 birrerie in Italia. E stasera si festeggia ancora una volta, tutti insieme.

«Sono arrivato in Sardegna per fare il servizio militare nel 1977 e non me ne sono più andato», racconta Hans-Dieter Micheal, noto Michele. Complice l’amore per una ragazza, nel 1979 si è trasferito definitivamente nell’Isola: «L’unico neo del vivere qui era la mancanza di un luogo di ritrovo per gustare la birra – ricorda – c’erano tanti ristoranti ma nessun locale come quelli che ci sono in Germania. Certo, qui da voi le abitudini sono diverse, ma io ho deciso di rischiare e di aprire il Zum Loweneck e quando l’ho fatto ero l’unico».

La clientela all’inizio era formata da un gruppo di tedeschi ma piano piano, grazie al passaparola, anche i sardi hanno scoperto la nuova attività di Michele. «Ho sempre la passione che avevo 36 anni fa – aggiunge – il mio locale si caratterizza sì per l’offerta culinaria (i piatti più apprezzati sono lo stinco di maiale, la bistecca affumicata, il gulash, ndr.) ma anche e soprattutto per il clima che creiamo insieme allo staff: scherzi, intrattenimento, giochi. Puntiamo molto sull’accoglienza per far sentire i clienti a proprio agio come se si trovassero a casa loro».

Non tutto però è come agli esordi: «Anche per me le cose sono cambiate, sono passati gli anni 80-90, quelli del boom economico e delle bevute tutti i giorni a settimana. Ora il tutto esaurito lo registriamo solo nel weekend ma va bene così, torneranno tempi migliori! Io non mi stancherò mai di far felici i miei clienti».

http://www.vistanet.it/

Questa la filosofia di Michele che, da buon tedesco, ama la vita e lo sport all’aria aperta: «Adoro scoprire gli angoli suggestivi dell’Isola, in moto, in bicicletta o a piedi. Mi piace da morire andare in escursione tutti i giorni dell’anno, perché ormai la Sardegna è la mia casa!».

Una risposta a “36 ANNI DI ZUM LOWENECK: MICHELE E IL SUO RISTORANTE TEDESCO A QUARTU SANT’ELENA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *