TECNOLOGIA E TRADIZIONE NEGLI OCCHIALI DA SOLE ARIAS EYEWEAR CON IL CREATIVO ANDREA DENTONI

ph: Silvia e Andrea

di Maria Luisa Porcella Ciusa

Quando il design incontra la tradizione nasce sempre qualcosa di interessante e innovativo: questo è quello che è successo con il brand di occhiali da sole Arias Eyewear, rigorosamente fatti a mano in Sardegna. La mente ideatrice del progetto è un cagliaritano di 35 anni, Andrea Dentoni, laureato in disegno industriale con un bagaglio di esperienza decennale a Firenze in diversi studi di architettura. “Mi occupavo di progettazione di interni con successo e soddisfazione ma c’era una cosa che mi mancava, e tanto, la mia Sardegna”. Così nel 2010 Andrea e la moglie Silvia decidono di tornare a Cagliari. “Ho iniziato a fare lavoro d’ufficio nell’azienda di famiglia ma nel mentre ho partecipato a un bando di Sardegna Ricerche per una borsa di studio” perché il richiamo al lavoro creativo è troppo forte per Andrea che, dopo varie sperimentazioni sui materiali passa all’utilizzo del legno, più duttile e di facile reperimento. Unisci la sua passione per gli occhiali, “il primo paio me lo regalò mio padre a 11 anni e da allora non ho mai smesso di collezionarli” racconta, alla voglia di provare nuove strade e il gioco è fatto: grazie alla borsa di studio Andrea riesce a creare dei primi prototipi dei suoi occhiali da sole e a esporli. Neanche a dirlo: il successo non tarda ad arrivare, anzi, arriva subito. Le caratteristiche degli occhiali da sole Arias Eyewear le spiega direttamente il suo creatore: “Nascono dall’amore per la natura, il design, l’artigianato. Si viene a creare così un prodotto unico, senza tempo, con una precisa identità, perché ideato rigorosamente ad hoc per il cliente, e lontano dai dettami industriali”. Pezzi unici fabbricati tutti a mano, con materiali come corno di bufalo indiano e legno (mogano, ciliegio, noce, radiche, acero etc.) e impreziositi da dettagli che riportano spesso alla Sardegna come corallo e incisioni o nei nomi dei modelli che sono quelli delle divinità nuragiche. “Ho anche creato una serie con le aste in ginepro decorate da motivi che riprendono, stilizzandoli, quelli tipici che si ritrovano nei manufatti della tradizione sarda. Senza contare che il packaging è creato appositamente da mia moglie, con feltro e dettagli in pelle”. Tecnologia delle più innovative nella lavorazione di ogni singolo pezzo unita a quello che di più artigianale non si può e cioè la creazione di modelli unici personalizzati per ogni cliente. Contemporaneità delle linee che s’incontra con la parte più bella e significativa del lavoro artigiano. Questo è quello che è riuscito a impostare e che porta avanti con sempre maggior successo il nuovo brand sardo Arias Eyewear: materiali naturali, amore per la propria terra, rispetto per le sue risorse insieme a un know how tecnologico coi piedi nel presente”. 

http://www.vistanet.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *