“VERRA’ UN GIORNO NUOVO…”, IL LIBRO DI PAOLO SANNA PRESENTATO AL COMITES DI LUGANO


di Tonella Bianchi

Una più che buona e attenta  partecipazione di pubblico ha fatto da cornice alla presentazione di ‘Verrà un giorno nuovo…’ il terzo libro di Paolo Sanna, nella sala conferenze del Comites di Lugano. Erina Reggiani, moderatrice, ha portato innanzitutto gli ospiti dell’incontro in una Sardegna dei primi anni del 1960 quando ancora questa meravigliosa terra non si era affacciata al grande turismo. Ma non è un libro della nostalgia piuttosto, come ha voluto, puntualizzare l’autore, pur amando la sua terra d’origine, la storia di una giovanissima e determinata donna che, dopo  subendo violenza sessuale a soli quattordici anni, sceglie una rivincita che ha il sapore della vendetta. E’ la testimonianza della forza e della determinazione di una donna costretta a subire i condizionamenti di quegli anni. E una domanda che resta sospesa per i lettori che vorranno avvicinarsi al libro, attuale ieri come oggi: “E’ il comportamento che fa la storia o è la storia che fa il comportamento?” Un simpatico confronto è scaturito dalle osservazioni della scrittrice Amilca Ismael, che si dichiarava scettica sul fatto che fosse veramente una storia costruita di sana pianta come ribadito ancora dall’autore. A suo dire è impossibile inventarsi una storia come quella descritta.  Lo scrittore fa un racconto un po’ romanzato  di situazioni che anche se non realmente accadute, rappresentano il comune sentire. Vi invitiamo ad acquistare e leggere il libro, che riteniamo curioso ed interessante.

2 risposte a ““VERRA’ UN GIORNO NUOVO…”, IL LIBRO DI PAOLO SANNA PRESENTATO AL COMITES DI LUGANO”

  1. Ci tengo a precisare che la presentazione del libro è sta organizzata dal Comites di Lugano, col patrocinio del Consolato Generale D’Italia, e dell’associazione “Donne oltre il mare” del quale sono delegata.

  2. Confermo quanto precisato dall’organizzatrice Sig.ra Tonella Ghisu Bianchi,ne approfitto per rinnovarle i complimenti per la sua sua determinazione, per la riuscita positiva dell’evento.
    francesco sanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *