ORA E’ UFFICIALE: LA SQUADRA CHE LO SCORSO ANNO HA VINTO LO SCUDETTO, NON C’E’ PIU’. FLOP SASSARI, ANCHE BOLOGNA VINCE IN SARDEGNA


La Dinamo Banco di Sardegna cade in casa contro la Virtus Bologna: le V nere confermano il successo dell’andata imponendosi 85-91, trascinati dall’ultimo arrivato Andre Collins (19 pt). Il Banco, partito bene nel primo tempo, ha chiuso all’intervallo lungo avanti di 5 lunghezze: al rientro dagli spogliatoi i giganti siglano un vantaggio in doppia cifra. Gli uomini di coach Marco Calvani però non riescono a contenere la controffensiva bolognese, condotta dal giovane Fontecchio, coadiuvato da Vitali e Odom. Al PalaSerradimigni finisce 85-91: al Banco non bastano i 19 punti e la grinta di Josh Akognon, ultimo a mollare, i 18 ounti di Kenny Kadji (incontenibile nel primo quarto) e la combo Mitchell-Alexander. Coach Marco Calvani manda in campo Petway, Mitchell, Logan, Akognon e Kadji, coach Valli risponde con Pittmann, Vitali, Gaddy, Fontecchio e Odom. La Virtus parte forte condotta da un super Pittman, in doppia cifra dopo tre minuti di gioco. È Kadji a sbloccare i padroni di casa e riportarli in parità dopo un parziale di 4-11 in favore degli ospiti. Le due squadre si sfidano testa a testa, il Banco si porta avanti con la tripla di Devecchi e la schiacciata di Alexander, che fa esplodere il Palazzetto. Mazzola chiude i primi 10’ dall’arco (26-24). Botta e risposta tra Vitali e Joe Alexander: l’ala nata in Taiwan mette a segno un break di 4 punti che permette a Sassari di restare in vantaggio. Pittman firma il -1 ma l’asse Mitchell-Alexander e un’ottima azione di squadra riporta i giganti a un possesso pieno di distacco (36-33). Fiammata biancoblu con Kadji e Logan dall’arco: Akognon dalla lunetta chiude il primo tempo con il massimo vantaggio sassarese +5 (45-40). Al rientro dall’intervallo lungo i giganti scappano sul +11 con Akognon, Logan e Alexander: reazione bianconera con Fontecchio e Vitali a dimezzare lo svantaggio (56-51). Le bombe di Akognon e Petway arginano le V nere ma Hasbrouk e Collins infilano due triple che  valgono il sorpasso. È punto a punto, la manodopera italiana dà il meglio con l’asse Devecchi-Sacchetti ma una tripla di Fontecchio chiude la terza frazione 65-67. L’avvio dell’ultimo quarto porta la firma degli ospiti con un parziale di 9-3: il Banco litiga col canestro, è Stipcevic a rompere il ghiaccio. Fiammata sarda con Mitchell, Akognon e Petway: è il numero 2 biancoblu a siglare la parità con una bomba. Sul cronometro restano 2’41’’: la Virtus firma un break di 5-1: Akognon tenta il tutto per tutto negli ultimi 28’’. Ma le V nere la chiudono dalla lunetta con Collins, finisce 85-91.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *