LA XXII EDIZIONE DELLA SAGRA DEL MIELE A MONTEVECCHIO IL 22 E 23 AGOSTO


di Francesca Virdis

La Sagra del Miele è ormai alle porte. Montevecchio si prepara a ricevere la folla di appassionati e buongustai che, tra sabato 22 e domenica 23, invaderanno i suggestivi locali della miniera per prendere parte alle iniziative organizzate: tutte, com’è ovvio, ispirate al più dolce dei prodotti della natura. Organizzata dal Comune di Guspini in associazione con la Pro Loco, Laore Sardegna, Gal Linas Campidano e La Città del Miele, la ventiduesima edizione della Sagra sarà dedicata all’Expo 2015, il cui tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” costituirà – asseriscono dalla Pro Loco- “occasione di riflessione e confronto su diverse tematiche” . La Sagra del Miele, che è ormai una consolidata consuetudine nel panorama degli appuntamenti che caratterizzano la stagione turistica del Medio Campidano, porta nel centro minerario non solo esperti e appassionati, ma richiama anche il grande pubblico per il fascino degli allestimenti predisposti e le varie iniziative di contorno. Oltre alle ricche tavole dei laboratori di degustazione, imbandite con tutti i mieli che hanno ricevuto attestato di qualità nel sedicesimo concorso “Mieli tipici in Sardegna”, non mancheranno cultura e intrattenimento, con le premiazioni e l’esposizione degli elaborati che hanno partecipato a importanti concorsi di carattere regionale e nazionale. E poi convegni tecnici, tavole rotonde, mostre, escursioni, la possibilità, per i più avventurosi, di misurarsi al tiro con l’arco. Presenti all’appello anche le immancabili attività di intrattenimento per bambini e le danze dei gruppi folk del circondario. Partenza mattiniera sabato 22 alle 6, con la passeggiata nell’areale del cervo sardo a cura di Elafos, Ente Foreste della Sardegna, Legambiente: come ogni anno, le associazioni si rendono disponibili all’ effettuazione delle escursioni per entrambi i giorni della manifestazione, alle 6 e alle 18. Insieme all’ apertura delle mostre (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20,30), sarà possibile assistere al convegno Laore “La nuova legge quadro sull’ agricoltura- prospettive di sviluppo per il comparto” , in programma alle 9,30 nei locali della ex mensa degli impiegati. Si riparte alle 12,30 con la premiazioni della sedicesima edizione del concorso regionale “Premio Qualità mieli tipici Montevecchio”” e della 3ª Edizione del concorso fotografico “L’ape, il miele e l’ambiente”. Poi, alle 16, la tavola rotonda “Novità tecniche e strategie operative per la difesa in agricoltura” a cura di Laore, in contemporanea al laboratorio per bambini “Colora e ritaglia la tua ape” a cura della “Cartoleria il Girasole”. E ancora, in programma alle 16, il tiro con l’arco a cura di A.S.D. “Sardinia Is Life”, seguito dalla “Passeggiata a 6 zampe” delle 17:30. Un breve itinerario per le Vie di Montevecchio, alla scoperta del territorio, organizzato dall’ associazione “Percorsi di Sardegna”, che curerà anche l’ esibizione di Agility Dog delle 18. A seguire, la fattoria didattica “ ALBA – Satu po imparai” proporrà il laboratorio “Ricrearte”: Come far rivivere il pane attraverso la “trasformazione-creazione” alla Palazzina della Direzione. Sarà poi la volta dello spettacolo teatrale sull ’educazione alimentare “Sir Antoneddu Procheddu”, a cura di Riverrum Teatro, in programma presso il piazzale della Direzione. I festeggiamenti di sabato 22 si chiuderanno a Guspini, con la processione per il rientro del simulacro dell’Assunta e il torneo di Tennistavolo “Top 12” in piazza XX Settembre. Domenica 23 la festa riaprirà con la passeggiata nell’areale del cervo sardo, poi con le mostre delle 9 e delle 15 e, dalle 9:30, con i “Nordic Walking Sardegna” per la passeggiata attraverso i cantieri di levante a partire dalla ex mensa degli impiegati. Alle 10 e alle 16 si metteranno in mostra i saperi locali con “S’unguentu de cera noa” a cura della Pro Loco, nella palazzina della Direzione, e a seguire, la replica del laboratorio per i bambini “Colora e ritaglia la tua ape”, quindi la sessione di tiro con l’arco e, alle 17, il laboratorio “Pop Art “Un mondo a colori “, con l’utilizzo di terre ed altri ingredienti dalla natura in mix eclettico a cura di Arredamenti Nuove Tecnologie. Appuntamento letterario alle 17:30 con la presentazione del libro “Juan@Rosada” di Sandro Renato Garau presso fianco chiesa di Santa Barbara. Dopo la replica di “Sir Antoneddu Procheddu” per le 18, alle 19 sarà il Gruppo Folk Montegranatico di Guspini ad allietare la serata e decretare la chiusura della manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *