CESARE MERIDDA, SCONFITTO A 49 ANNI DALLA LEUCEMIA: SARDI D’ARGENTINA IN LUTTO PER LA SCOMPARSA PREMATURA DEL PRESIDENTE STORICO DEL “SARDI UNITI” DI BUENOS AIRES

Cesare Meridda

Il mondo degli emigrati sardi in Argentina è in lutto per la morte di Cesare Meridda, 49 anni, Presidente storico del circolo “Sardi Uniti” di Buenos Aires.  Cesare come ricorda Marga Tavera, Presidente della Federazione delle Associazioni Sarde in Argentina,era un punto di riferimento per tutto il movimento migratorio sardo oltre oceano. Originario di Bitti, i suoi genitori lasciarono la Sardegna negli anni cinquanta. Cesare Meridda era insegnante di educazione fisica. Colpito da una leucemia, le sue condizioni di salute erano notevolmente peggiorate nelle ultime settimane. Fino a qualche settimana fa, Cesare era comunque attivo all’interno del suo circolo e attraverso la sua pagina face book. Ma prima della fine dell’anno, il suo cuore non ha più retto. La notizia è subito rimbalzata sui social network, in particolar modo tra le bacheche degli emigrati sardi d’Argentina. “Per noi tutti è un momento di grande dolore” dice la presidente Ana Maria Ruiu, Presidente del circolo “Radici Sarde” di San Isidro sobborgo Buenos Aires, il luogo dove risedeva Cesare e dove è presente un’ampia comunità di origini bittesi. “Non ho parole” dice la cugina Josefina Carzedda, insegnante e animatrice del gruppo teatrale di San Fernando. Cesare Meridda rimarcava sempre con orgoglio le sue lontane origini sarde, rendendosi promotore di numerose iniziative nel corso degli ultimi anni. Non ultima la visita di Papa Bergoglio in Sardegna. I sardi d’Argentina in contemporanea organizzarono una grande giornata di festa per sancire il legame con l’isola nel nome della fede. Una delegazione dei circoli sardi d’Argentina partecipò alla messa di Bonaria a Cagliari.

17 risposte a “CESARE MERIDDA, SCONFITTO A 49 ANNI DALLA LEUCEMIA: SARDI D’ARGENTINA IN LUTTO PER LA SCOMPARSA PREMATURA DEL PRESIDENTE STORICO DEL “SARDI UNITI” DI BUENOS AIRES”

  1. Un pensiero per l’amico Cesar Meridda, sardo di Buenos Aires, originario di Bitti che io e Andrea Deiana abbiamo avuto il piacere e il privilegio di incontrare durante il nostro viaggio in Argentina dedicato al progetto Migrazioni. Cesare è mancato il 28 dicembre. Con noi è stato di una cortesia e disponibilità totale, ci ha anche offerto ospitalità, si è prodigato affettuosamente per noi. Abbiamo avuto modo di conoscere suo padre e anche la sorella Cecilia, e siamo loro vicini. Per noi è venuto a mancare un amico e una cara persona.

  2. Cesarino como se te extraña!.
    tengo el alma entristecida.
    Siempre estarás en mi corazón.
    Que descanses en paz

  3. Mio cugino era un grande uomo,a dir poco eccezionale! Ci siamo conosciuti personalmente all’aereoporto di Buenos Aires il 31/12/2009.I nostri nonni erano fratelli il mio Giuseppe MERIDDA chiamato a Bitti dalle sue sorelle e nipoti zio PEPPEDDU e il nonno del mio caro CAESAR Ciriaco MERIDDA. E’ come se dopo tanti anni i due fratelli idealmente si sono riabbracciati attraverso Cesare e me.Ma la vita ci presenta sempre nuove prove e dopo aver trovato un fratello,CESARE,la vita stessa ha deciso di portarmelo via per sempre.Mi piace pensare che quando,come ora mi trovo a guardare il cielo stellato della nostra Cara SARDEGNA,tra quelle brilla la stella del mio caro CUGINO.Riposa in pace CESAREDDU mio e sono certo che un giorno ci rivedremo e mi acciglierai con il tuo meraviglioso sorriso.
    LUCA MERIDDA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *