HOSSAM HOREIKY, DIRIGENTE DELLA GOURMET PARTNERS DI DUBAI, VISITA ALCUNE AZIENDE DELL’ORISTANESE


di Gian Piero Pinna

Il dirigente della Gourmet Partners, Hossam Horeiky, rappresentante di una grande compagnia di import – export araba, con sede a Dubai, in questi giorni ha visitato alcune aziende oristanesi, per concludere alcuni contratti per la fornitura di produzioni alimentari di grande qualità. Negli Emirati Arabi, piacciono i prodotti tipici della Sardegna e Hossam Horeiky, non ha lesinato i complimenti alle aziende visitate: “Sono lieto di essere in Visita in Sardegna e sono sbalordito della bellezza e della qualità dei suoi prodotti  e per questo ringrazio tutti i produttori che mi hanno aperto le porte”. A far da guida all’esponente della Gourmet Partners di Dubai, il presidente di Chef di Sardegna, Paolo Milani, che per l’occasione, ha selezionato un gruppo di aziende ritenute idonee per il mercato arabo. Una di queste aziende, è la Progetto 2000 s.r.l., operante nella zona industriale di Cirras, che produce una linea di piatti pronti, tra cui primi di pasta corta e pasta ripiena, riso e gnocchi di patate e secondi di carne, conservabili a temperatura ambiente con una shelf life di 12 mesi e di 48 mesi a seconda del confezionamento. Sono tutti alimenti a lunga conservazione, lavorati  senza conservanti e non surgelati, ma semplicemente sterilizzati in autoclave, pertanto con una totale assenza di cariche microbiologiche e conservabili a temperatura ambiente.  La produzione di questi piatti si distingue per il fatto che siano esenti da conservanti, coloranti, emulsionanti, glutammato, grassi idrogenati e ingredienti di derivazione OGM. L’azienda, sotto stretto controllo dell’Imam Salaheddine Abdellaoui, che per conto dell’autorità religiosa preposta, l’Amana Halal di Sassari, rilascia specifica certificazione per ogni singolo lotto di prodotto, ha anche la certificazione “Halal”, che la abilita a preparare piatti pronti per i consumatori di religione musulmana.

Altra azienda passata ai raggi X da Hossam Horeiky, la Flomar di Massama, che anche se di recente costituzione, ha alle spalle un’antica tradizione nella produzione ortofrutticola. Da 50 anni i soci coltivano e commercializzano, il pomodoro da industria, il carciofo, il melone, l’anguria e ha intrapreso anche la coltivazione della rosa da bacca ad uso ornamentale e officinale. L’obiettivo che l’azienda si prefigge, è quello di confezionare e commercializzare solo produzioni tipiche di alta qualità, garantita dal rispetto di rigidi disciplinari, inoltre, da alcuni anni ha sviluppato una nuova branca e si occupa direttamente della preparazione del confezionamento e della vendita di una linea di prodotti alimentari già pronti all’uso. Tutti i prodotti della Flomar, sono marchiati P.A.I. (Produzioni agricole integrate) e possono essere rintracciati digitando il numero del lotto di confezionamento.
Altro settore che ha interessato il rappresentate della Gourmet Partners  di Dubai, è stato quello olivicolo e in modo particolare i prodotti AGRICOR, che ha lo stabilimento in località Perd’e Caddos nell’agro di Bonarcado, dove dispone di un nuovissimo impianto a ciclo continuo, con una capacità produttiva di 16/18 quintali ora.
L’azienda, da tre generazioni a conduzione familiare, attualmente è saldamente in mano a Antonio Angelo Corrias, che gestisce direttamente oltre settemila piante di olive, che danno mediamente 30.000 litri di olio a stagione. Il prodotto finito, è ottenuto da una miscela di cultivar accuratamente selezionate, raccolte tempestivamente al giusto grado di maturazione e dalla quale viene estratto l’olio previa molitura meccanica a freddo con sistema integrale.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *