DONZ'ANNU IN BERANU A FINE MAIU … SU TUSOLZU: MANIFESTAZIONE IL 26 MAGGIO A PIACENZA CON IL GREMIO SARDO "EFISIO TOLA"


di Bastianino Mossa

É questo il titolo della manifestazione organizzata dal Gremio Sardo Efisio Tola di Piacenza per il prossimo 26 Maggio.
La parola tosatura potrebbe ricondurre a tempi andati, ad atti e sentimenti  staccati dal presente, osservati con occhio da spettatore.
Al contrario, “Su Tusolzu” é un avvenimento piú che mai attuale e vicino a noi. La tosatura delle pecore é lo spunto per un confronto di realtà agropastorali della Sardegna e continentali.  Questo atto, che si ripete da millenni e che segna una tappa dell’attività dei pastori, costituirà il punto d’incontro di esperienze, valutazioni e progetti.
Sarà presente il  Movimento Pastori Sardi, nelle persone del suo leader Felice Floris e di Mario Carai,  nell’ambito della conferenza:  “Proteste e Proposte del Movimento Pastori Sardi” e insieme a loro la realtà agropastorale isolana con il suo patrimonio del passato da spendere sul presente e sul futuro:  sapienze,  sacrifici, lotte, esperienze,  tradizioni,  tutta una ricchezza che aspetta e merita riconoscimento e valorizzazione. Per condividere tutto questo ci saranno i Pastori Sardi del Continente, quelli che hanno portato nelle valli piacentine e parmensi e  in Toscana il proprio conosciuto per attuarlo in un contesto differente, nonché i pastori locali che vivono la propria realtà nel luogo di origine.
Alla luce dell’attuale situazione,  é indispensabile l’esame e il confronto dei vari contesti  per riscontrarne le potenzialità,  scoprirne  le tendenze e gli sviluppi per chi opera in questo affascinante settore al fine di un adeguato riconoscimento  sociale ed economico e una chiara definizione della figura e del ruolo di pastore.
Per questo, per conoscersi e riconoscersi , si vive insieme il momento della tosatura così come lo si é sempre praticato. Ci sarà una dimostrazione della tosatura sia tradizionale con la forbice ” Su ferru”,  che con la tosatrice elettrica, cui farà seguito un pranzo tipico con malloreddus e pecora cucinata secondo gli usi dell’occasione e vari tipi di formaggi preparati dai pastori del territorio.  A confermare l’autenticità della manifestazione interverranno i Tenores sos Emigrantes  che verranno  appositamente dal milanese.
Già dall’anno scorso, il Gremio Sardo di Piacenza aveva puntato l’attenzione sul mondo agropastorale  con la conferenza “Pastoralismo e Turismo” condotta dal professor Bachisio Bandinu e dal professor Andrea Fenu, dalla quale era emersa  l’importanza dell’identità del pastore e del pastoralismo,  patrimonio intrinseco della Sardegna,  troppo spesso dato per scontato  o sottovalutato.
Ora si vuole focalizzare questa  identità in un contesto piú ampio di spazio e di tempo.  A giudicare dall’entusiasmo e dalla partecipazione sollecitati dai preparativi, il 26 maggio 2013 promette di essere un giorno veramente importante non solo per il Gremio Sardo di Piacenza, ma anche per tutto il mondo agropastorale Sardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *