Si è parlato di Thalassemia al "Su Cuncordu" di Gattinara (Vc)

di Maurizio Sechi

  

C’era ancora la talassemia al centro del convegno medico organizzato dall’associazione sarda Cuncordu di  Gattinara. Nella sala convegni di villa Paolotti, il dottor Marco Pandolfi, medico pediatra esperto di ematologia e oncologia, all’ospedale "Fatebenefratelli" di Milano, e il dottor Raffaele Mari, responsabile del reparto di immunoematologia e trasfusionale, dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, hanno affrontato diversi aspetti legati alla talassemia: prevenzione, cura, trasfusione, donazione di midollo, cellule staminali e stato dell’arte della ricerca e sostegno alla ricerca. Da alcuni anni il Cuncordu promuove un progetto di informazione sulla talassemia, patologia meglio nota come "anemia mediterranea" (una malattia ereditaria caratterizzata da un difetto nella sintesi dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi del sangue, che ha il compito di trasportare l’ossigeno alle diverse cellule del corpo e di eliminare l’anidride carbonica), in collaborazione con la Fondazione nazionale "Leonardo Giambrone" di Sassari, che si occupa di prevenzione e ricerca. Dei contenuti ben espressi e corredati da esempi semplici e chiarificatori che ha portato il dr. Marco Pandolfi, particolare interesse ha riscontrato l’aspetto legato allo stato dell’arte della cura/guarigione della Thalassemia. Alcuni di questi contenuti hanno rappresentato il collegamento con l’esposizione sapiente del dr. Raffaele Mari, che ha valorizzato la necessità di donatori di midollo osseo. In merito a tale argomentazione ha presentato in anteprima la campagna promozione della donazione di midollo osseo organizzata da ASL Piemonte e Regione, che partirà a gennaio 2009, mirata verso la sensibilizzazione nei confronti degli studenti del 4° e 5° anno delle scuole medie superiori piemontesi. In chiusura il presidente Maurizio Sechi, ha espresso la disponibilità dell’Associazione Cundordu a collaborare con l’ASL di Vercelli e con la Regione Piemonte, al progetto sopra esposto, anticipando il convegno del prossimo anno da novembre a marzo – aprile, coinvolgendo le scuole medie superiori del territorio attraverso il Provveditorato agli studi di Vercelli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *