PROFESSIONISTI D’UMANITA’: NASCE IL BLOG DELLA “SOCIETA’ DEI SOGNI”

https://societa-dei-sogni.webnode.it/il-blog-dei-sogni/

di FEDERICA CABRAS

https://societa-dei-sogni.webnode.it/il-blog-dei-sogni/

Venire arruolata da una squadra di “professionisti d’umanità” – come mi piace chiamare Domenico Renna, Denise Vacca e Barbara Corrias – è stato per me motivo d’orgoglio e di felicità. Tramite Società dei Sogni, l’associazione culturale che hanno creato nel 2019, i fantastici tre promuovono la cultura in ogni sua forma – con focus su filosofia e arte da adattare alla medicina -, certo, e che Dio non voglia che un’associazione culturale non lo faccia, ma non solo. E allora qual è la differenza con altre associazioni culturali?, vi domanderete voi. Be’, una cosa spettacolare che mi piace rammentare sempre, quando penso a questa fenomenale unione di menti, è che di fatto la peculiarità di quella che è un’associazione che mira a far brillare i sogni, facendoli diventare realtà – che poi, ‘sti sogni, a stare nei cassetti fanno solo la muffa -, è proprio il mettere l’individuo al centro di ogni discussione. Capite? Ogni persona è unica, è preziosa. Ha una storia da raccontare. Ha delle paure e delle fragilità – siamo umani, dopotutto – e dei momenti di sconforto. Ha bisogno di aiuto e, nel contempo, è capace di darne agli altri. Ha dei pensieri. Ha delle aspettative. E questa sua unicità viene sottolineata. Non saltata, né data per scontato. Ma curata, coccolata e tenuta tra le mani con dolcezza, come una sacra reliquia. Questo promuove, la Società dei Sogni. Usciamo da un anno difficile. Il 2020 è stato cupo e tosto e ha messo a dura prova anche i caratteri più forti. Un senso di impotenza, di isolamento, di smarrimento ha colto tutti; i lutti che hanno scosso la nostra nazione e tutto il mondo ci ha uniti e divisi allo stesso tempo e il Signore solo sa quanto bisogno abbiamo di essere considerati importanti. Di riscoprire il valore di un abbraccio. La dolcezza di un bacio. E le strette di mano? Chi non ha voglia di lasciare al gomito la sua funzione a livello articolatorio e di togliergli il ruolo di saluto? Chi non ha voglia di una bella stretta di gruppo? Ne usciremo più forti di prima e saremo ancor più capaci di amare – visto che l’abbiamo fatto a regime ridotto -, dicevano, ma abbiamo appunto bisogno di valori positivi e di sentirci sereni con noi stessi e con gli altri, per farlo. E abbiamo bisogno di pillole di serenità. E di pillole di filosofia e di arte, anche – che la creatività addolcisce sempre e insegna sempre e dona sempre. E di medicina. Ma non quella fredda, asettica; intendo una medicina che curi la persona e non solo la sua malattia. Quindi perché non creare una rivista/blog che si occupi di regalare alle persone tutto questo a portata di clic? Eccolo, il progetto per il quale sono stata chiamata. Mettere nero su bianco i nostri pensieri. Parlare di argomenti vari. Rivolgerci a tutti. Dare voce ai più deboli. Essere vicini alle persone seppur lontani, far sentire loro forte e spesso il filo che unisce il nostro con il loro cuore. Essere messaggeri di emozioni, regalare le sensazioni agli altri per metabolizzarle meglio e per regalare un pezzetto del nostro cuore a chi ci leggerà. E ci apriremo per donarci a chi vorrà darci fiducia, eccome se lo faremo. Donarsi è bellissimo e lo è sempre, senza se e senza ma. Donarsi è un pochino come dire: “Ehi, stai bene?” e “Ti sento vicino” e ancora “Ci sono per te”… Che poi altro non è che la dichiarazione d’affetto più limpida e sincera. Nel “Ci sono” sono racchiusi interesse, disponibilità, gentilezza e voglia. Voglia di pensare che l’unione faccia la forza – un detto bellissimo, che amo particolarmente – e voglia di credere in un futuro migliore fatto di mani che si stringono, di sorrisi senza mascherina, di baci umidi nelle guance e di amore. Soprattutto di amore. Quando ho parlato con Denise, Barbara e Domenico di tutto ciò, loro hanno dichiarato, sibillini, che ogni like sulla pagina dell’associazione era spontaneo. No a richieste, no a inviti. Tutti quelli che seguono il percorso di Società dei Sogni lo fanno perché amano immergersi nei valori che veicola e negli spunti di riflessione che, con umiltà, vengono dati. In ciò è racchiusa tutta la politica di queste tre splendide persone che, con diverse carriere e diversi percorsi di vita, si sono unite per creare qualcosa di meraviglioso. E io sono contenta di essere dentro questo ulteriore Sogno.

Domenico Renna, Denise Vacca, Barbara Corrias

Una risposta a “PROFESSIONISTI D’UMANITA’: NASCE IL BLOG DELLA “SOCIETA’ DEI SOGNI””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *