EXPO MILANO 2015: GLI ALLIEVI DI “CASA PUDDU” GESTIRANNO UNO DEGLI SPAZI AD EATALY CON LA CUCINA DI ROBERTO PETZA


di Maria Grazia Marilotti

L’Accademia Casa Puddu dello chef stellato Roberto Petza approda a Expo 2015. Con la sua cucina genuina e innovativa rappresenterà la Sardegna nel Padiglione Eataly di Oscar Farinetti. I ragazzi, coordinati da Petza, proporranno cinque piatti della tradizione rivisitati con creatività e cura nella loro presentazione.

Apertura con S’ou cun bagna, l’uovo delle galline al pomodoro, si prosegue con Zuppa di fregua alle delizie del mare, basilico e profumo di agrumi. Per i secondi piatti ci sarà Capocollo di maiale in umido con crema di patate tartufate e salsa al Carignano, ancora Guancia di bue rosso con salsa al Carignano e crema di patate tartufate. Come dessert, il Gelato di casa allo zafferano di San Gavino e gattò di mandorle e miele di corbezzolo.

La scuola di alta cucina creata a Siddi, il paese della pasta in Marmilla, sarà protagonista all’esposizione universale dall’1 al 30 settembre. La notizia ha raggiunto Petza a Paestum, dove stava partecipando alla manifestazione “Le strade della mozzarella” insieme ai più importanti chef nazionali. “Ogni giorno si legge di un nuovo corso di cucina nel quale magari si impara qualche nuova ricetta – spiega lo chef – ma la nostra idea è differente, perché si tratta di una vera accademia che punta ad insegnare il territorio per valorizzarlo, senza uniformarsi alla globalizzazione che fa sembrare tutti i sapori uguali. Abbiamo una filosofia diversa, quella di far vivere il territorio, le sue materie prime, i suoi profumi, i suoi sapori

I ragazzi che escono dai nostri corsi di alta cucina riescono a trovare lavoro nel 90 per cento dei casi e in tempi brevissimi”.

Grande soddisfazione dal direttore dell’Accademia, Gianfranco Massa. “Abbiamo sempre ritenuto che Siddi avesse le caratteristiche ideali proprio per le eccellenze del territorio che cerchiamo di valorizzare – commenta – Ai futuri cuochi insegniamo, oltre ai segreti di questa affascinante professione, ad amare il luogo e le materie prime locali”. Concetto ripreso da Marco Pisanu, presidente della Fondazione Accademia Casa Puddu. “Con una consapevolezza – osserva – ogni piatto deve raccontare la filiera, in un viaggio alla scoperta di sapori e tradizioni e creatività. A Milano sarà la filosofia che accompagnerà il nostro menù”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *