“VISIONI SARDE” A BILBAO: “UN PIANO PERFETTO” DI ROBERTO ACHENZA TRIONFA A ‘ZINECITTA’ – FESTIVAL DE CINE ITALIANO

Roberto Achenza in primo piano

di BRUNO MOSSA

“Un piano perfetto” di Roberto Achenza ha vinto il premio messo in palio tra i cortometraggi di Visioni Sarde alla 6ª edizione di ZINECITTÀ | Festival de Cine Italiano ancora in corso di svolgimento a Bilbao.

La scelta è stata espressa da una giuria costituita da professionisti del cinema basco e da una giuria popolare, composta da cittadini in possesso di una buona conoscenza dell’italiano.

Da 12 al 16 settembre Bilbao ha dato spazio al miglior cinema italiano contemporaneo grazie a Euskaditalia e in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Sardegna Film Commission e Cineteca di Bologna. L’edizione di quest’anno vede tra i protagonisti registi del calibro di Pupi Avati, Gabriele Muccino e Nanni Moretti. Mario Piredda è presente con L’Agnello uno dei migliori film italiani di questi anni.

 Zinecittà è un progetto giovane e innovatore, che si propone di rafforzare i nessi linguistici, culturali e socioeconomici tra l’Italia e i Paesi Bassi.

Una giuria italo-basca è stata chiamata a valutare i cortometraggi di “Visioni Sarde” presentati al pubblico il 12 settembre all’apertura del Festival. È prevalso Un piano perfetto che sarà riproposto venerdì nella sala Bilborock, con l’autore in collegamento video. Seguirà la proiezione di Tre piani di Nanni Moretti.

Non si ferma, quindi, il successo del cortometraggio di Roberto Achenza che racconta di due amici disperati (splendidamente interpretati da Stefano Deffenu e Andrea Carboni) che nel tentativo di migliorare la loro situazione economica si fingono quello che non sono, cioè due ladri, e tentano una rapina in un bar. Ma non tutto va come dovrebbe andare.

“Un piano perfetto” è stato selezionato in numerosi festival nazionali e internazionali ottenendo importanti riconoscimenti.

Ha vinto il premio per il Miglior Corto al Bardi Film Festival. La Giuria Tecnica si è così espressa: “Il corto si contraddistingue per un sapiente uso del montaggio, una sceneggiatura originale irriverente, animata da un’interpretazione genuina e brillante degli attori protagonisti”.

Al Festival Visioni Italiane – Sezione Visioni Sarde si è aggiudicato il Primo Premio FASI – ex aequo con L’uomo del mercato di Paola Cireddu. La giuria ha motivato la sua scelta con queste parole: “Da un libretto di appunti sulla disperazione nasce l’assurdo delle ritualità quotidiane. Il rovesciamento è continuo: di fallimento in fallimento. Dalla ritmica della poesia finale scaturisce solo una certezza: cosa mangeremo oggi a pranzo?”.

A Roma nella prestigiosa Casa del Cinema di Villa Borghese “Un piano perfetto” si è guadagnato il Premio del Pubblico. Il critico cinematografico Raffaele Rivieccio ha sottolineato quanto il film rappresenti un omaggio al grande cinema italiano, soprattutto alla Commedia all’italiana. Nel film di Achenza i poveri diavoli sono solo due ma anche in questo caso il finale consolatorio è rappresentato dal cibo.

All’Alta Marea – Festival di Cinema e Arte di Termoli, il film ha vinto il premio come Miglior Attore attribuito a Stefano Deffenu.

Al Muciara Short Film Festival di Trapani, concorso internazionale di cortometraggi a tema libero, è stato premiato per il Miglior Montaggio

Roberto Achenza è nato a Sassari nel 1984. Dopo gli studi artistici, inizia a lavorare come filmmaker, realizzando corti, spot e video musicali. Dal 2013 ha lavorato in varie produzioni cinematografiche, tra cortometraggi (La Notte di Cesare e Marina, Marina! di Sergio Scavio, Male Fadau di Matteo Incollu) e lungometraggi (Perfidia e Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius e, di prossima uscita, Tutti i cani muoiono soli di Paolo Pisanu) ricoprendo il ruolo di script supervisor.

Nel corso degli anni ha collaborato a vari lavori come direttore della fotografia (Klepsydra di Roberto Fara e Adriana Perra, L’isola dei resuscitati morti di Domenico Montixi, La fidanzata di Pasolini di Sergio Scavio, fotografia co-diretta con Silvio Farina) e colorist (Ananda di Stefano Deffenu e Umbras di Fabian Volti).

Tra i suoi lavori di regia i cortometraggi S**t Happens (2017) e Adam (2019), vincitore del Premio Cineteca Sarda al Premio Centottanta 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.