L’ALBA E IL SILENZIO, LE POESIE DI CRISTOFORO PUDDU PUBBLICATE DALLA “SOTER EDITRICE”

da sinistra Francesco Sonis, Paolo Pulina, Cristoforo Puddu

di FRANCESCO SONIS

. Con la nuova raccolta poetica “L’alba e il silenzio” Cristoforo ci offre una poesia della memoria senza proporre soluzioni di tipo sperimentale con un linguaggio asciutto ed intenso: “Evanescenti ricordi restano i sogni vissuti…/ ma non svaniscono. (…) / E solo ai poeti in oblio/ vengono compensati i sogni/con qualche rara memoria”. Nel complesso sono liriche brevi che, tuttavia, si distinguono dai modi dell’Ermetismo, per risolversi soprattutto in una poesia ricca di “vibrazioni intimistiche”, e ne deriva una poesia che si fonda totalmente con una costante presenza umana: “ I giorni passano/e vengono memorie/ che non mi stanco di ripercorrere in me/ le cerco nel sole…E ogni divenire sorride.” L’identità del poeta coincide con la privazione e il senso doloroso di una intermittente assenza che rinasce continuamente e trova nuova linfa nella memoria: “Custodisco memoria/ di vaste nostalgie/ Tempi non condivisi. / Custodisco memoria/ di strade percorse/ con passo solitario.”

E’ evidente nella sua scelta linguistica la necessità di utilizzare, da parte del poeta, prevalentemente elementi del parlato e del dialogato. In questa scelta si evidenzia, soprattutto, una costante chiarezza e semplicità dell’espressione lirica. Si nota, nel complesso, una ricerca poetica che tende a mantenere un forte rapporto con la realtà esplicitata in una umana concretezza. Un bisogno costante di un contatto sempre più stretto e genuino, come dichiara nella lirica: “Di 8 marzo in 8 marzo”: “Vorrei alzare le mani/ per sostenere negli anni / Tutti i tuoi passi/ e le fatiche dei giorni/ con la leggerezza dell’amore”. Al centro di tutto, in “Evanescenti ricordi”: “…restano i sogni vissuti/…ma non svaniscono. (…) / E solo ai poeti in oblio/ vengono compensati i sogni/ con qualche rara memoria…”.

E come dichiara lo stesso poeta su “Queste nuove poesie”: “… è una raccolta di momenti, di pensieri e parole che trovano riparoe approdo nei valori insostituibili dell’amore: specchio in cui si riflette la vita con le sue sofferenze e speranze”.

Un commento su “L’ALBA E IL SILENZIO, LE POESIE DI CRISTOFORO PUDDU PUBBLICATE DALLA “SOTER EDITRICE””

  1. Cristoforo con le sue liriche riesce a percepire i sensi più profondi dell’animo umano e ad esprimerli in maniera ineccepibile ,coinvolge intensamente chi legge in questo viaggiare nel tempo che attimo dopo attimo c’abbandona. Bravo Cristoforo complimenti sei un grande della poesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.