ASTROSAMANTHA E LO SPAZIO: L’INFINITO E L’ASTRONAUTA CRISTOFORETTI, VISTO DA SANTU PREDU A NUORO

Samantha Cristoforetti

di LUCIA BECCHERE

Direttamente dalla Stazione spaziale internazionale in orbita dal 28 aprile scorso, Samantha Cristoforetti ha dialogato via radio con gli alunni della quinta elementare Ferdinando Podda, delle medie di San Pietro e alcuni ragazzi della scuola Pietro Borrotzu.

Il collegamento ha avuto luogo il 7 giugno nel cortile di via Malta.

Un privilegio riservato a 12 scuole in tutta Italia, unica in Sardegna quella di Nuoro. «Durante la missione le è capitato di avere paura? Chi guida la stazione spaziale? Quale il suo messaggio per l’umanità. Ci sono altri sistemi solari con altre forme di vita? Quale il suo cantante preferito?». Queste alcune delle domande rivolte all’astronauta dai ragazzi che con emozione si sono alternati al microfono.

Guidato dalla dirigente scolastica Miria Cucca, il corpo docente dell’Istituto Comprensivo n. 1, ha portato a termine il progetto Viaggio nella stratosfera e ritorno elaborato dalle Scuole e finanziato dalla Fondazione di Sardegna.

Una proposta didattica innovativa di grande attualità in collaborazione con l’Associazione Astronomica nuorese fondata nel 1997 dal presidente Tommaso Settanni la cui sede operativa, Il Planetario, è stata inaugurata in via Ballero nel 2018.

Per diversi mesi Settanni ha tenuto delle conferenze-dibattito e laboratori di elettrotecnica e magnetismo, realizzando anche elettrocalamite e macchine di Tesla a cui erano seguite entusiasmanti esperienze quali l’osservazione del sole nel cortile di San Pietro e l’osservazione della volta celeste mediante un telescopio montato a Farcana sull’Ortobene.

«Il lancio della sonda nella stratosfera terrestre – ha detto il presidente – avvenuto il 28 maggio dalla scuola di via Malta e atterrato nelle campagne di Irgoli, avrebbe consentito il rilevamento dei cambiamenti di temperatura, dell’altitudine e della direzione dei venti, dati da mettere a confronto con quelli rilevati in precedenza».

Abbiamo chiesto a Settanni come sia nata questa passione. «È una passione che mi porto dentro da sempre – racconta –, durante i corsi ho visto dei ragazzi particolarmente interessati e appassionati. Queste esperienze potrebbero essere l’incipit per far accostare i giovani allo studio dell’astronomia. Mio figlio Ettore – prosegue – ha conseguito la laurea in astronomia a Bologna, Vito, seppur laureato in scienze politiche e diritti umani, collabora come tecnico».

«Il collegamento con la Cristoforetti – ha dichiarato la dirigente Miria cucca – è stato il coronamento di un percorso didattico portato avanti da insegnanti, Associazione astronomica nuorese e con la preziosa collaborazione della Dsga Monserrata Floris. Vanto un corpo docente valido e motivato, per la maggior parte stabile per cui possiamo programmare attività a medio e lungo termine. Abbiamo già preparato un cd, a breve allestiremmo una permanente con le immagini più belle del lancio della sonda». Si è trattato di «un evento unico» anche per Antonella Olmi della scuola elementare Podda: «I ragazzi hanno scritto sulle storie e le leggende delle costellazioni, costruito i pianeti e un piccolo planetario sulla carta. Vorremmo continuare su questa strada, Tommaso Settanni, che sa trasmettere tanta passione in tutto quello che fa, ha tante idee che io come referente spero di portare avanti con la collaborazione delle colleghe». «Ammirare la luna, il sole e le stelle – ha affermato Carla Colomo referente scuola media San Pietro – è stato straordinario, ma concretizzare il contatto con la stazione spaziale è stato un sogno. Molte ragazze hanno visto nella Cristoforetti l’emblema di realizzazione al femminile di progetti che si pensavano destinati ai soli uomini. Ma c’è una poesia dietro la possibilità di ammirare il cielo. Un mondo straordinario che si rivela a questi bambini.

Noi insegnanti abbiamo messo a dimora un piccolo seme con la speranza che un domani possa germogliare».

https://www.ortobene.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.