A CARNATE, PRESSO IL CIRCOLO “RAIMONDO PIRAS”, LA FESTA DEL TESSERAMENTO TRA LETTERATURA, MUSICA, CIBI E VINI SARDI

Foto di gruppo Autorità assieme ai aspiranti Chef della scuola Alberghiera di Vimercate

di OTTAVIO OLITA

Potente energia, forza di aggregazione, coinvolgimento della comunità: questi i segreti, gli elementi fondanti del lavoro svolto dal circolo ‘Raimondo Piras’ di Carnate con il suo instancabile presidente Gianni Casu. Gli importanti risultati ottenuti con questo modo di agire hanno trovato una significativa conferma sabato 4 giugno nella ‘Festa del Tesseramento’.

La prima iniziativa ha riguardato la letteratura con la presentazione del romanzo ‘Sulle tracce di Almeida’ dello scrittore Ottavio Olita (Isolapalma Editore). Utilizzando uno spazio all’aperto nel bel parco verde antistante la biblioteca comunale, il circolo ha fatto dialogare l’Autore con il presidente della Pro Loco di Carnate, Paolo Moreschi. Grande interesse ed attenzione da parte di una trentina di persone presenti, tra soci e cittadini di Carnate, che hanno partecipato ponendo una serie di domande.

Ha fatto seguito il primo incontro con l’enogastronomia sarda grazie all’aperitivo che è stato offerto sempre all’aperto, sotto i verdeggianti alberi del parco. Formaggio, salumi, vini, pane carasau provenienti da varie zone dell’isola sono stati gustati dagli ospiti che hanno potuto incontrarsi e chiacchierare in un clima di grande serenità.

seduti da sinistra Gianni Casu, Ottavio olita e signora, Il parroco di Carnate Don Adelio. In piedi Lazzarini Carlo e il presidente della pro loco carnate Moreschi Paolo.

L’aperitivo ha preceduto il vero e proprio pranzo sociale che si è tenuto nei locali della mensa scolastica di via Premoli distante poche decine di metri dal parco e dalla biblioteca. Pranzo sociale nel quale sono stati posti a confronto i sapori delle due regioni. Riso ai funghi, roast beaf, patate novelle al forno e dolce, per la Brianza, vino rosso di Sorgono e Vermentino di Berchidda, per la Sardegna. Grande allegria e gioia di stare insieme hanno unito negli stessi tavoli, fianco a fianco, anche il parroco e i candidati a sindaco delle tre liste che domenica 12 giugno si affronteranno per il rinnovo dell’amministrazione comunale di Carnate.

Dopo aver fatto le prove del suono, hanno raggiunto la sala, salutati dall’applauso di tutti i presenti, anche il cantautore Beppe Dettori e l’arpista Raoul Moretti che sono stati i protagonisti della terza iniziativa proposta nell’ambito della ‘Festa del Tesseramento’: un concerto dal titolo molto esplicativo, ‘Musiche e colori dell’isola dei nuraghi’.

da sinistra Raoul Moretti, Beppe Dettori, Gianni Casu, Giuseppe Ghisu

Beppe Dettori, che fu il primo erede di Andrea Parodi come cantante dei Tazenda, sta realizzando un’innovativa ricerca accompagnato dal giovane e bravissimo Raoul Moretti. Insieme hanno già conseguito molti premi e ottenuto riconoscimenti in Italia e all’estero.

Gianni Casu e i suoi più stretti collaboratori, così come tutti i soci, hanno dato ancora una volta la dimostrazione di come dovrebbero operare i circoli sardi: promotori di incontri di e aggregazione nei quali non si devono mai perdere di vista le proprie radici che, paradossalmente, con il passare degli anni si rafforzano sempre più. Non è solo integrazione, è molto di più: è coinvolgimento nella comunità per condividerne la socialità e per concorrere a migliorarla. I circoli che operano come quello di Carnate sono la rappresentazione più vera di quello che è lo spirito sardo nel voler incontrare gli altri, senza prevaricazioni o presunzioni, ma nel pieno rispetto reciproco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.