UNA RICERCA CONTINUA DEL SUONO E DELLE SUE INFINITE POSSIBILITA’: IL PRODUCER TECHNO HENRY MWNN LOBBS (ENRICO LOBINA) E IL SUCCESSO FUORI DALL’ITALIA

di MARIA PATRIZIA FLORIS

Abbiamo incontrato il DJ producer sardo Enrico Lobina, ovvero Henry Mwnn Lobbs. Il suo percorso musicale nasce all’età di tredici anni, nasce in Sardegna nel 1972. Da piccolissimo gli viene regalato un basso elettrico, crea una Punk Band, e da qui in poi la ritmica diventa la sua passione. Henri non smette mai di sperimentare la sonorità e le sue particolarità, traendo ispirazione da tutti i tipi di musica, in particolare quella Metal. Le sue produzioni tecno sono magnetiche e pungenti e lo rendono tra i più promettenti Producer. Tutto il suo lavoro è il risultato di una ricerca creativa attenta al dettaglio e studiata nei minimi particolari. Un gioco di Mixing che assume infinite identità nella sua produzione. Non è un caso, nell’ascolto dei suoi brani, estraniarsi anche solo per un istante in un sound intenso e coinvolgente. Abbiamo avuto l’opportunità di intervistarlo e rivolgergli qualche domanda.

“Quando una cosa ti piace davvero è più facile farla. O perlomeno facendola con passione ti viene meglio. Se poi sei pure una persona non dico ambiziosa ma con un obbiettivo specifico da raggiungere …beh. Volere e potere.”

Chi è Enrico Lobina, in arte Henry Mwnn Lobbs e qual è il suo percorso artistico? Solo un’anima forgiata con la musica che con essa vuole raccontare le sue sensazioni ed esperienze.

Come hai iniziato a produrre musica? Per puro caso. Amici mi portarono ad un Afterhour dove per la prima volta sentii la Techno e mi innamorai subito decidendo di volerla creare pure io. Dopo vari tentativi e corsi mi ritrovai capace di iniziare questa nuova avventura musicale che tuttora continua.

Che brani hai pubblicato in questo periodo? Generalmente pubblico dai 2 ai 3 album all’anno. Ultimamente ho completato il secondo volume del mio album di successo GRAVITAL DARKNESS e a breve verrà pubblicato il terzo e ultimo della saga per la Dark Techno piu vari brani che spaziano tra la Techno e l’elettronica sperimentale.

Quali talenti del mixer ti regala emozioni? Francesco Farfa, Swen Watt, Ben Clok, Richie Hawtin, Frank Bones, Jeff Mills.

Come Producer hai portato un po’ di Sardegna a Londra? Ho portato me stesso. Ho dedicato vari brani (3 per l’esattezza) alla mia amata terra. Un mini album di 3 tracce e con rispettivi video dove si narra degli SHARDANAS e dove si può ammirare il paesaggio sardo e conoscere la sua antica storia e cultura.

Quali sono i tuoi sogni e obbiettivi per il futuro? Continuare a far ascoltare I miei sentimenti musicali.

Quali sono le altre tue passioni oltre alla musica elettronica? Le arti marziali, la lettura, la pesca subacquea e la cucina.

Raccontaci i tuoi viaggi nel mondo legati alla tua passione per la musica. Diciamo che mi manca visitare solo la Cina e la Nuova Zelanda.

La tua è una ricerca continua ed infinita immagino…… Compongo non solo brani da DANCEFLOOR ma pure da ascolto ma in ogni caso qualcosa che possa trasmettere emozioni. I titoli e le cover dei brani non sono un caso ma rispecchiano completamente il racconto che musicalmente ho composto. Ho insegnato qualcosa a vari artisti che appoggio tutt’ora come DUO come: MIND2MIND assieme a Judge Jay (Salvatore Lo Giudice) dove predomina la FUSION . B.I.N.C.(BROTHERS IN CRIME) assieme a Andry Verx un artista norvegese dove predomi na la MINIMAL TECHNO con postura Punk/Rock. MEDUSA assieme a Kenny Si e SERESAL dove predomina la PSY TRANCE e la PROGRESSIVE.

E la Dark Techno? E qua quello che nel mio piccolo vengo apprezzato. Numero 26 a livello mondiale per la Dark Techno accanto a mostri sacri tipo PRODIGY etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.