PATHOS ED INCANTO, RECITANDO GRAZIA DELEDDA: VALENTINA SULAS E LA SUA MAESTRIA D’ATTRICE TEATRALE A LOSANNA CON IL CIRCOLO “NURAGHE”

Valentina Sulas e Josiane Masala

di GENRI FAIS

Il Circolo Sardo di Losanna ha avuto l’onore di ospitare un artista eclettica per una rappresentazione teatrale.  Nel teatro di un paese a prossimità di Losanna, Valentina Sulas ha interpretato “La madre del prete” tratto dal libro di Grazia Deledda “La madre”.

Poco prima dell’entrata in scena, Valentina Sulas, si ritira in un silenzio totale. L’attrice medita, si concentra, si confonde nei diversi ruoli che interpretera su scena.

La sala del teatro è piena, e gli appassionati aspettano l’inizio dello spettacolo.

Alle 19.00 si apre il sipario…Josiane Masala, presidente del Circolo Sardo di Losanna saluta i presenti e ringrazia i rappresentanti delle varie associazioni e amministrazioni locali. Dopo qualche minuto, introduce l’attrice enumerando le varie esperienze e vantando i vari successi. Fino a quando… Valentina Sulas entra su scena fino allora solo decorata con una semplice sedia d’epoca.. e un paniere per distrarre il pubblico.  Le luci si abbassano e nel frattempo la calma scende nel teatro…

Valentina diventa “La madre del prete”….

Tra una scena e l’altra, tre sono i personaggi interpretati da Valentina… e con gran maestria li intreccia in una storia certo gia conosciuta, ma in quella sera, resa viva grazie alla sua interpretazione.  Sul fondo del palco, un effetto di luci proietta la sagoma dell’attrice in tre diversi punti… un riferimento ai diversi personaggi che l’attrice interpreta. Paolo, sua madre ed Agnese… sono onnipresenti sul palco…

Tra canzoni, pathos et dialoghi, la sala del teatro é ipnotizzata dall’attrice che durante un’ora appassiona i presenti con il suo pezzo.

Fino all’ultimo momento, Valentina crea un un energia unica tra pubblico e personaggio facendo viaggiare tutti presenti negli anni dell’800.

Un applauso… due…. Tre…. Sono momenti di grande emozione quando il pubblico si rende conto che lo spettacolo arriva al termine. Valentina s’inchina…. Ma è il pubblico che davanti a tanta bravura risponde all’inchino con un applauso interminabile.

La presenza di un attrice di cosi grande bravura è un orgoglio per i sardi residenti all’estero ma anche per tutti gli italiani. Valentina, per la Svizzera, è diventata un ambasciatrice di cultura, di bravura, e di nostalgia di una terra che pur essendo lontana…. E parsa per una serata proprio nel presente.

Josiane Masala, la presidente del Circolo di Losanna, ha ringraziato l’attrice per la performance della serata e rinnovato il bisogno di invitare attrici e attori di tale spessore come rappresentanti culturali.

2 pensieri riguardo “PATHOS ED INCANTO, RECITANDO GRAZIA DELEDDA: VALENTINA SULAS E LA SUA MAESTRIA D’ATTRICE TEATRALE A LOSANNA CON IL CIRCOLO “NURAGHE””

  1. Quante emozioni ❤ un regalo che mi ha commosso: il resoconto della serata a Losanna ai primi di Aprile, quando La madre del prete è andato in scena nel piccolo teatro di Chavannes près Renens. Si è creata un’atmosfera speciale, sospesa, tra francese, italiano, sardo. Quella luce sottile e impalpabile, che mi fa prendere respiri profondi, che mi riporta al 2014 e a Edimburgo quando andai in scena con The Mother of the Priest, la prima versione di questo spettacolo, in inglese. Un progetto in cui l’indimenticabile e indimenticato Marco Parodi credette, e che volle, in italiano ovviamente, nelle sue rassegne. Qui, le parole generosissime di Genri Fais descrivono l’evento a Losanna con delicatezza e sensibilità, con generosità; il racconto di una serata vista con occhi freschi, di chi ha avuto piacere nell’emozionarsi e nel viaggiare con me nel mondo deleddiano. Che posso dire? grazie, di cuore, davvero, al pubblico così attento e sensibile, all’ospitalità calorosa di Josiane Masala e di tutto il circolo Nuraghe, all’esperienza di aver conosciuto attraverso le parole e gli occhi di emigrati di prima e seconda generazione una Svizzera che non conoscevo, grazie a Tottusinpari

  2. Ciao Valentina noto che sei disponibile per far conoscere il tuo sapere ai Sardi Emigrati. Ti saluto adesso sono a Bono ci siamo conosciuti a Cesano Boscone. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.