LA REGULAR SEASON SI CONCLUDE CON UN SUCCESSO IN TRASFERTA PER SASSARI CHE PASSA D’AUTORITA’ A VARESE PER 96-110. ORA SFIDA BRESCIA NEI QUARTI DI FINALE PER LO SCUDETTO

Logan

La Dinamo Banco di Sardegna gioca una gara perfetta alla Enerxenia Arena di Masnago: gli uomini di coach Piero Bucchi, a 48 ore di distanza dal successo sulla Virtus Bologna, dopo un primo quarto in equilibrio scavano il gap tra secondo e terzo quarto. Al ritorno dall’intervallo lungo un break di 28-39 indirizza definitivamente il match in favore degli isolani che chiudono con il record di 110 punti segnati e sei uomini in doppia cifra. Complice la vittoria di Tortona a Brindisi il Banco chiude al sesto posto: Jack Devecchi e compagni affronteranno la Pallacanestro Brescia ai quarti di finale playoff, al via 15/16 maggio, nella decima partecipazione alla postseason del club.

Dinamo in campo con il classico quintetto con Robinson, Logan, Burnell, Bendzius e Bilan, Varese risponde con Beane, Woldetensae, Vene, Reyes e Keene. Avvio contratto del Banco che concede un 5-0 in avvio ai padroni di casa, a segno con Beane e Reyes. La coppia Logan-Bilan sblocca gli isolani, condotti da 6 punti del centro croato. Un parziale di 10-2 sigla il sorpasso biancoblu: apre le danze Bilan, mentre Vene tiene i suoi a contatto, allunga Robinson con due canestri di fila ed è timeout Varese (10-15). La reazione dei padroni di casa non si fa attendere: Reyes (7 pt) trascina i lombardi con un controbreak di 9 punti, interrotti solo dalla tripla di Bendzius. Il canestro di Gerald Robinson, servito da Bilan, chiude la prima frazione 19-20. Il centro croato apre il secondo quarto, ma l’Openjobmetis infila 5 punti di fila con Reyes e Beane che convincono coach Bucchi a chiamare minuto (24-22). La reazione isolana non si fa attendere: tripla di Logan su assist di Devecchi e primo canestro di Treier. Varese però non molla un colpo e con un 3/3 dall’arco mette la testa avanti, dall’altra parte la Dinamo paga le 7 palle perse: protagonista l’ex Paulius Sorokas a segno con 5 punti (32-27). Reazione isolana immediata: Burnell attacca il ferro, Treier punisce dai 6.75 e JB ne appoggia altri due al vetro. Anche Diop mette a referto i primi 4 punti: Robinson e Bilan allungano mentre Logan sigla il +9 con il canestro in contropiede (36-45). Marcus Keene però entra definitivamente in partita e con 7 punti accorcia le distanze, mentre Bilan si porta in doppia cifra (12 pt+ 6 rb). Alla seconda sirena è 43-49.

Nella terza frazione la Dinamo apre il bombardamento: Eimantas Bendzius si conferma “uomo del terzo quarto” con un sontuoso 4/5 da tre che ritocca il massimo vantaggio. David Logan (16 pt), Miro Bilan (18 pt+9 rb) e Gerald Robinson (12 pt+10 as) si uniscono alla causa e il Banco gestisce con autorità. La tripla di Logan, figlia di un 12/22 al tiro del Banco, dice +18 sul 65-83. Varese prova ad accorciare con l’extra lavoro degli uomini di Seravalli, ma al 30’ è 72-87. Negli ultimi 10’ la Dinamo gestisce il vantaggio: già cinque gli uomini in doppia cifra, tanti minuti per Diop e Treier. Gentile infila il punto numero 100 (82-100) mentre Varese si affida al solito Markus Keene ormai oltre il trentello per accorciare le distanze. La Dinamo scrive il nuovo massimo in stagione con 110 punti, seconda presenza in maglia Dinamo per il giovanissimo Pittirra. Alla Enerxenia Arena finisce 96-110.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.