IL CAGLIARI NELL’UOVO DI PASQUA TROVA TRE PUNTI FONDAMENTALI PER LA CORSA SALVEZZA: BATTUTO IL SASSUOLO PER 1-0

l’esultanza di Deiola, autore del gol vittoria

Il Cagliari torna alla vittoria e lo fa davanti a un’Unipol Domus gremita, regalandosi un sabato pasquale da sogno e soprattutto utilissimo per il prosieguo della lotta salvezza. 1-0 il risultato finale ai danni del Sassuolo, punito nel primo tempo da una zampa vincente di Deiola che regala tre preziosissimi punti ai rossoblù. I ragazzi di Mazzarri hanno gestito con solidità e intelligenza il vantaggio, sfiorando più volte il raddoppio nella ripresa. Il prossimo appuntamento vedrà Joao Pedro e compagni affrontare un delicatissimo scontro diretto in trasferta contro il Genoa.

Walter Mazzarri può contare sul rientro di Grassi dalla squalifica e sul recupero di Bellanova, in dubbio durante la settimana. In porta gioca Cragno, davanti a lui sono Altare, Lovato e Carboni a comporre la linea difensiva. Con Grassi in mediana giocano Deiola e Marin, sugli esterni è Dalbert l’opposto di Bellanova. Davanti al fianco di capitan Joao si rivede Keita dal primo minuto.

Il primo squillo della gara è di Marin al 4’: la sua conclusione potente viene respinta da Consigli. Al 24’ il Sassuolo rischia l’autorete con Ferrari che nel tentativo di anticipare Bellanova mette in difficoltà Consigli, costretto a rifugiarsi in corner. Sul calcio d’angolo successivo Keita trova l’impatto di testa, ma è ancora attento il portiere neroverde.

Con il passare dei minuti si intensifica la pressione del Cagliari, che diventa sempre più padrone del campo. Al 38’ prima Keita poi Joao Pedro non riescono a trasformare un’azione confusa in area del Sassuolo nata da un traversone di Marin. Poco più tardi Keita sciupa una buona occasione sull’assist di Altare.

Era nell’aria e al 42’ arriva il gol del vantaggio rossoblù: cross dalla destra di Marin che sorvola tutta l’area e trova l’inserimento di Deiola sul secondo palo, lesto con il mancino a insaccare in rete e regalare il meritato 1-0 al Cagliari. Poco prima di andare negli spogliatoi Joao Pedro segna anche il 2-0, la sua posizione di partenza sul cross di Dalbert era però irregolare. Si va al riposo con il Cagliari avanti di uno.

A inizio secondo tempo è il Sassuolo a rendersi pericoloso, con Traoré che realizza il primo tiro della partita per i neroverdi: il suo tentativo da distanza ravvicinata è ribattuto da un ottimo Cragno. Al 55’ Joao Pedro servito da Marin trova metri davanti a sé per puntare Consigli e concludere in porta, para il portiere ospite.

Passata l’ora di gioco mister Mazzarri opera i primi cambi del match: dentro Pavoletti, Grassi e Rog, fuori Keita, Deiola e Baselli. È proprio il neo entrato Rog a rendersi pericoloso al 76’ con una conclusione al volo dalla distanza che sfiora la traversa.

Gli ultimi istanti del match sono da brividi: l’arbitro decreta sei minuti di recupero, che iniziano con una carambola di un difensore del Sassuolo sul proprio palo. Al 91’ Raspadori si ritrova la palla sul destro all’altezza del dischetto di rigore e calcia di prima intenzione: straordinario Cragno a bloccare la sfera. Fino all’ultimo secondo gli ospiti cercano con forza il pareggio, ma Lovato e compagni non mollano un centimetro: il triplice fischio finalmente arriva e l’Unipol Domus può festeggiare, il Cagliari ha vinto 1-0.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.