LE RIAPERTURE IN AUSTRALIA E IL DIRETTIVO DI FINE ANNO ALLA SCA DI MELBOURNE: IL RIENTRO DOPO DUE ANNI NELLA PROPRIA SEDE E LE DIFFICOLTA’ EMERSE

Alcuni componente del Direttivo, da sinistra: Ylenia Useli (Vice Presidente), Iole Marino (Consigliera),                     Paolo Lostia (Presidente), Giovanna Ruiu (Tesoriera) e Aurora Chighine (Consigliera) 

di PAOLO LOSTIA

Dopo quasi 2 anni, a causa delle numerose restrizioni Governative, inposte dal Covid-19, che hanno causato lo svolgimento di tutte le Riunioni tramite la piattaforma Zoom, il Direttivo della SCA ha finalmente svolto l’ultima seduta del 2021 nella propria Sede.

Sono state discusse le questioni amministrative, come le relazioni di fine anno finanziario del Tesoriere e del Segretario.

La Riunione è stata  da me presieduta in qualità di Presidente salutando tutti i presenti, ringraziandoli per la disponibilità, nonché manifestando la grande emozione di potersi ritrovare nuovamente presso alla Sede.

Tutti i presenti hanno riconosciuto che, a causa delle numerose restrizioni Covid-19 in vigore per la maggior parte degli ultimi 24 mesi, il Circolo ha avuto opportunità molto limitate di tenersi in contatto con i propri Soci e Simpatizzanti. Ciò ha causato un momento di scarsa condivisione, poiché si è principalmente riusciti a tenerci in contatto con loro solo tramite il piccolo numero di Eventi e il Notizario trimestrale – Sa Oghe.

Ho poi preso atto, con grande tristezza, della scomparsa del Membro del Direttivo – Christopher Baker e dei Soci Francesco e Sabina Ledda, Angelina Sfara, Terrence Wright, Sebastiana Canu, Frank e Mary Ortu e Albino Cavallo, nel recenté passato.

Tutti i presenti hanno riconosciuto il sostegno finanziario che il Circolo continua a ricevere dalla Regione Sardegna, che consente alla nostra Associazione di proseguire l’attività con significativi eventi sociali preposti ad evidenziare le positività dell’isola lontana.

Nel sottolineare l’importanza di questa riunione, ho affermato che l’Associazione è da tempo ad un bivio, a causa dell’invecchiamento della comunità sarda e del mancato coinvolgimento dei giovani, purtroppo anche quelli provenienti da famiglie che hanno fortemente contribuito all’attività del Circolo. Ho così ringraziato tutti i componenti del Direttivo per il loro impegno e l’affiatamento di tanti anni, oltre a rivolgere un ringraziamento speciale a coloro che contribuiscono dall’esterno del Comitato, ovvero Gino Cavallo, Paola Steri e Jennifer Curcio.

Sono seguite vivaci discussioni che hanno portato a una serie di risultati che saranno riportati in dettaglio all’Assemblea Generale del 2021.

Sinteticamente, è stato concordato che il Circolo ha la forte necessità di pianificare il suo futuro, anche a rischio di arrivare ad una chiusura totale se non ci saranno le premesse per proseguire. A titolo personale ho datto assicurazioni al Direttivo e a tutti i Soci, che si farà il possibile per continuare ad esistere ed essere propositivi.

2 risposte a “LE RIAPERTURE IN AUSTRALIA E IL DIRETTIVO DI FINE ANNO ALLA SCA DI MELBOURNE: IL RIENTRO DOPO DUE ANNI NELLA PROPRIA SEDE E LE DIFFICOLTA’ EMERSE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *