AL MADN DI SENORBI’ DAL 13 NOVEMBRE AL 5 DICEMBRE, LA MOSTRA PERSONALE DI CARLA BOI “RISVEGLI ARTISTICI”

di ELISABETTA FRAU

Inaugurazione mostra personale “Risvegli artistici” di Carla Boi

Sabato 13 novembre, ore 17.00, MADN, Senorbì

Ci sono creature che sanno manifestare l’immensità che le abita, trascendere la sofferenza, dare forma e colore a ciò che non può essere spiegato.

Nell’arte di Carla Boi c’è tutto questo: una straordinaria passione per la vita, il desiderio di rappresentarne la profondità e l’attitudine a sperimentare, con grazia, le infinite vie del colore. Molteplici le tecniche adottate, particolare il suo interesse per la pittura acrilica e la tridimensionalità del polimaterico.

La Musa dell’arte le si manifesta sin dall’infanzia quando, osservando la madre dipingere, sente forte l’impulso ad emularla per dare vita ai primi, coloratissimi esiti.

La vita incalzante, con le frenetiche logiche del quotidiano, comporteranno però una lunga battuta d’arresto, inaspettatamente interrotta nel 2019, in seguito a una difficile esperienza personale, vissuta nel lungo periodo di “lockdown” appena trascorso. La passione sopita irrompe nuovamente, con lei lo straordinario potere trasformativo e rigeneratore che le restituisce nuovo impulso creativo.

Negli ultimi due anni Carla ha realizzato oltre quaranta opere, recensite con entusiasmo dal mondo dell’arte.

Noi l’abbiamo scoperta quest’estate, in occasione dell’evento UNA NOTTE AL MUSEO per il quale la pittrice ha ideato l’opera “La fenice che rinasce dalle ceneri”, ispirata al romanzo di Vanessa Roggeri “Il battito dei ricordi”.

Con immenso piacere dunque, sabato 13 novembre, alle 17.00, nelle sale temporanee del MADN, inaugureremo la mostra “Risvegli Artistici” della pittrice di Serramanna, ma legata a Nuraminis, dove attualmente risiede.

Siamo certi che l’estro della sua intensa produzione, saprà piacevolmente emozionare il pubblico, per la carica emotiva dei contenuti e l’intensità del linguaggio pittorico adottato.

L’allestimento sarà visitabile sino a domenica 5 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *