SASSARI IN CADUTA LIBERA: SCONFITTA INTERNA CON TRIESTE PER 74-83. ORA LA CLASSIFICA COMINCIA A PREOCCUPARE

ph Gentile

È una Dinamo dai due volti quella che scende in campo contro Trieste nell’anticipo della 7°giornata del campionato LBA: i biancoblu approcciano male al match concedendo 58 punti nei primi 20’ a fronte dei 34 segnati. Nonostante le rotazioni coach Cavina non trova dai suoi un’inversione di rotta: negli ultimi 10’ Devecchi e compagni piazzano un break di 29-10 che li riporta a -10 dopo essere stati sotto di 32: Trieste però chiude la sfida con Grazulis e il risultato finale dice 74-83.

Coach Demis Cavina manda in campo Clemmons, Burnell, Bendzius, Mekowulu, Gentile, Trieste risponde con Banks, Sanders, Konate, Mian e Grazulis. Trieste parte fortissimo piazzando un break di 9-0: la Dinamo si sblocca dopo 4’con Logan dall’arco e Burnell al ferro. Gli ospiti però continuano la loro corsa e la Dinamo fatica al tiro (4/12 da due e 2/8 da tre dopo i primi 10’): Mekowulu infila i primi punti ma Banks e Delia sono una sentenza. Rotazione di uomini per coach Cavina che con Tyus Battle trova energia e boost: il giocatore ex Enisey riporta i suoi a un possesso (12-15) ma Trieste ricaccia indietro la Dinamo e il primo quarto si chiude 18-25. Anche il secondo quarto si apre con il parziale giuliano: l’Allianz dice 17-4 per il +20. Nonostante le quattro bombe consecutive il Banco non riesce a limitare gli ospiti e concede 58 punti in 20’. Il primo tempo si chiude 34-58. Al rientro dall’intervallo lungo coach Cavina manda in campo un quintetto innovativo con Logan, Gentile, Devecchi, Bendzius e Diop. Una Dinamo operaia riesce a contenere l’offensiva triestina ma nonostante prenda tiri aperti e ben costruiti non trova il canestro. Il terzo quarto si chiude con un parziale di 8-13: il tabellone dice 42-71. Nel quarto quarto però arriva la reazione della Dinamo: dopo aver perso Mekowulu per il secondo antisportivo sanzionato, gli uomini di coach Demis Cavina, con orgoglio e cinismo, risalgono la china. A condurre il Banco ci sono da Jason Burnell (11 punti nell’ultima frazione), Stefano Gentile (in campo con 4 falli e a segno con 10 punti), David Logan e Ousmane Diop. Il Banco piazza un break di 29-10, trovando il canestro con continuità e contenendo l’attacco dell’Allianz. Quando inizia l’ultimo giro di cronometro la Dinamo si riporta a-10 71-81. Ma un canestro di Grazulis mette in cassaforte il risultato e la sfida che si chiude 74-83.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *