ELISA PISTIS PORTA IL “MISTERO BUFFO” DI DARIO FO A COMO IL 14 NOVEMBRE SU ORGANIZZAZIONE DEI CIRCOLI “SARDEGNA” DEL CAPOLUOGO LARIANO E “AMSICORA” DI LECCO

di LUCA RUIU

MISTERO BUFFO di Dario Fo

DOMENICA 14 NOVEMBRE 2021 ORE 17:30

Presso il Salone d’Onore – Collegio Gallio – Via Gallio, 1 – Como

Organizzazione: Circolo Culturale “Sardegna” di Como e Associazione Culturale Amsicora di Lecco

Patrocinio: Assessorato del Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna, F.A.S.I. (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia)

EVENTO A INGRESSO LIBERO E GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA E ORGANIZZATO NEL PIENO RISPETTO DELLE NORMATIVE ANTI COVID – OBBLIGO DI GREENPASS E DI MASCHERINA

CONTATTI PER PRENOTAZIONE:

circolosardegna.como@tiscali.it – Telefono/Whatsapp 370-1351305

Il Circolo Sardegna di Como e il Circolo Amsicora di Lecco dopo una lunga assenza legata alle restrizioni imposte dalla pandemia, riprendono la loro attività con soci e simpatizzanti in presenza e lo fanno con una serata dedicata al teatro nella quale l’attrice Elisa Pistis porta in scena “Mistero Buffo”, l’opera che dal 1969, anno della sua prima presentazione, ha sancito il genio di Dario Fo e che venne assunta a modello per molti autori e attori del teatro di narrazione.

Sono proprio le “giullarate”, ispirate dall’antica arte dei giullari di corte, un insieme di recitazione, musica, gestualità capaci di comunicare con popoli diversi infrangendo le barriere culturali e di lingua, che caratterizzano questa famosissima opera e che sono altresì citate nella motivazione con cui l’Accademia di Svezia ha conferimento nel 1997 a Dario Fo il premio Nobel per la Letteratura: «A Dario Fo… che nella tradizione dei giullari medievali fustiga il potere e riabilita la dignità degli umiliati…»

Quello portato in scena da Elisa Pistis è un vero e proprio progetto teatrale, quindi non una copia del lavoro di Dario Fo, ma una rivisitazione della grande opera che parte dalla sensibilità femminile di chi la porta in scena e che ovviamente tiene conto dei diversi tempi in cui ci muoviamo e del contesto sociale del nostro presente e che nasce dalla volontà di “voler capire come la questione del potere, dell’arroganza, dell’ingiustizia sociale, tutt’altro che risolta e appartenente al passato, ancora oggi possa risuonare attraverso un materiale scritto alla fine degli anni Sessanta e attraverso delle storie che sono alla base della nostra cultura, e non solo, da secoli”.

Dal 2018 il progetto è in tournée in tutta Italia e anche all’estero: è arrivato fino in Giappone e a Zurigo dove è stata chiamata a partecipare ad un TEDxWomen nel dicembre 2019 per portare la sua testimonianza sull’empowerment femminile; è inoltre citata sulla rivista trimestrale teatrale nazionale, Hystrio. Dal 2021 l’attrice ha ottenuto il patrocinio della Fondazione Fo Rame.

Breve Bio

Elisa Pistis è un’attrice e un’autrice professionista sarda.

Nel 2009 si laurea in Beni culturali all’Università di Cagliari con 110/lode con una tesi sugli allestimenti originali del Teatro Lirico di Cagliari.

Dal 2010 al 2013 frequenta l’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine dove si diploma come attrice professionista e nel 2018/19 frequenta il Master di Drammaturgia e Sceneggiatura della Silvio D’Amico di Roma dove si laurea nel 2020 con 110/lode con una tesi di drammaturgia contemporanea.

Nel 2016 viene scelta da Marco Baliani per il progetto Human, spettacolo con Lella Costa, che sarà in tournée in tutta Italia per due stagioni.

Collabora continuativamente come attrice e autrice per diverse realtà teatrali, tra cui le produzioni di Sardegna Teatro, che produce, nel 2019, una sua drammaturgia: “Ai miei tempi”.

Ha lavorato come attrice in alcuni cortometraggi e lungometraggi; è interprete, doppiatrice e autrice per la RAI e collabora con alcune case editrici per la registrazione di audiolibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *