RASSEGNA INTERNAZIONALE ORGANISTICA: IL 15 SETTEMBRE IL ‘DUO ÈTRA’ A TEMPIO

di LUCA FODDAI

Il nuovo concerto è in programma nel Duomo di San Pietro. Saranno eseguite musiche di Mozart, Marcello, Bach, Donizetti, Alain

La XXI edizione della Rassegna Internazionale Organistica si sposta per un giorno a Tempio Pausania. Mercoledì 15 settembre alle 18,45, nella cattedrale di San Pietro apostolo, concerto del duo Ètra, ovvero Chiara Imbasciati al flauto e Giulio Gelsomino all’organo. Saranno eseguite composizioni di Mozart, Marcello, Bach, Donizetti e Alain. Organizzata dall’associazione Arte in Musica nell’ambito della programmazione del Festival del Mediterraneo, la Rassegna Internazionale Organistica gode del patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Sardegna – Assessorato alla Pubblica Istruzione Beni Culturali Spettacolo e Sport, della Presidenza del Consiglio regionale, della Fondazione di Sardegna, della Fondazione Alghero e del Comune di Alghero.

Questo il programma del concerto: Benedetto Marcello, Sonata V, per flauto e basso continuo; W. A. Mozart, Adagio fur glassharmonika; Carl Philip Emmauel Bach, Sonata in sol minore per flauto e tastiera; J. S. Bach, Partita per flauto solo; G. Donizetti, Sonata, per flauto e pianoforte, arrangiamento per flauto e organo di C. Imbasciati e G. Gelsomino; W. A. Mozart, Fantasia K594; Jehan Alain, Trois Mouvement, per flauto e pianoforte, arrangiamento per flauto e organo di Marie-Claire Alain.

All’ingresso e durante il concerto saranno osservate le prescrizioni sanitarie anti covid.

Chiara Imbasciati. Nata a Varese nel 1997, inizia gli studi di flauto traverso a 12 anni sotto la guida del maestro Fiorenzo Filippini. Dopo aver frequentato il Liceo Musicale “A. Manzoni” di Varese si iscrive al Conservatorio “G. Verdi” di Como, dove studia con i maestri Luca Truffelli e Gianluigi Durando. Nel 2020 consegue brillantemente il Diploma Accademico di I livello. Attualmente è iscritta, presso lo stesso Conservatorio, al Biennio di specializzazione di II Livello.

Nel corso degli anni ha frequentato corsi di perfezionamento e Masterclasses con maestri di livello internazionale quali J. Bálint, M. Ziegler, P. L. Graf, M. Simenoli, A. Manco, M. Saletti e altri. Dal 2012 suona con l’Orchestra Giovanile Filarmonica Europea in qualità di primo flauto e solista.

Nel 2019 vince il 2° Premio al Platina Intenational Grand Prize nella categoria Solisti. Nello stesso anno fonda il “Duo Ètra”, assieme a Giulio Gelsomino

Giulio Gelsomino. Nato a Sassari nel 1990, inizia lo studio del violino al Conservatorio “Luigi Canepa”, di Sassari all’età di 11 anni. Dopo la laurea in Scienze Politiche presso l’Università di Sassari viene ammesso, nel 2015, al Triennio Accademico di Organo al Conservatorio “Canepa” (Sassari), nella classe del maestro Adriano Falcioni, dove si diploma tre anni dopo col massimo dei voti e la lode. Nel 2020 consegue il diploma di II livello con il maestro Luca Antoniotti presso il conservatorio “Verdi” di Como, ancora col massimo dei voti.

 Ha frequentato corsi di interpretazione e perfezionamento organistico con importanti interpreti del panorama concertistico internazionale quali Gerhard Gnann, Daniel Zaretsky, Ludger Lohmann, Klemens Schnorr.

Il 5 giugno 2018 è tra gli esecutori coinvolti nel progetto “Max Reger, integrale delle Fantasie per organo” nel quale, per la prima volta in Italia, una classe di conservatorio esegue in concerto tutte le Fantasie per organo del compositore tedesco.

Si è esibito come solista e in formazioni orchestrali in numerosi recital nell’ambito di rassegne nazionali e internazionali. Nel 2019 ha fondato, con Chiara Imbasciati, il “Duo Ètra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *