L’AVVIO DIROMPENTE DEL MILAN SORPRENDE IL CAGLIARI: AL MEAZZA I ROSSOBLU SOCCOMBONO PER 4-1

Il Cagliari esce sconfitto da San Siro nel confronto col Milan: 4-1 per i rossoneri. Gara già fortemente indirizzata dopo il primo tempo, giocato a gran ritmo dai padroni di casa; gli episodi comunque hanno voltato le spalle al Cagliari che ha subito il gol del 2-1 (una deviazione fortuita di Dias su tiro dalla distanza di Leao) immediatamente dopo aver trovato il momentaneo pareggio con un colpo di testa di Deiola. Una brutta mazzata per gli uomini di Semplici, i quali successivamente non sono riusciti a contenere gli attacchi di un Milan carico e in serata di vena.

Leonardo Semplici manda in campo Radunovic tra i pali, Ceppitelli, Godin e Carboni compongono il trio di difesa, Nandez, Deiola, Strootman, Marin e Dalbert in mezzo al campo, Pavoletti e Joao Pedro tandem d’attacco.

Primo squillo milanista dopo due minuti: cross dalla destra di Saelaemekers, testa di Giroud, pallone sopra la traversa.

Ancora più pericoloso il Diavolo al 9′, quando un geniale colpo di tacco di Gioud tacco smarca Leao solo davanti a Radunovic: prima che il portoghese calci in rete a botta sicuro, arriva il recupero in scivolata di Carboni, che riesce a deviare sul nascere la traiettoria in angolo. Un intervento prodigioso, del difensore rossoblù, il modo migliore per celebrare la chiamata nell’Under 21.

Purtroppo il vantaggio milanista è solo rinviato e arriva al 12′: punizione magistralmente calciata da Tonali appena fuori area, il numero 8 disegna una parabola maligna sulla quale Radunovic non può nulla. Protestano i rossoblù, secondo i quali due milanisti coi loro movimenti avrebbero disturbato la barriera.

La gioia del Milan dura pochissimo: al 15′ Joao Pedro pennella un cross perfetto all’interno dell’area, Deiola nel grappolo colpisce di testa e indirizza verso l’angolo lontano, Maignan tocca ma non riesce a togliere il pallone dallo specchio. Per Alessandro è il primo gol in Serie A con la maglia del Cagliari.

Botta e risposta a San Siro, al 17′ tiro da fuori di Leao che picchia sulle spalle di Brahim Diaz e spiazza Radunovic. Sfortuna pura, ma al 24′ il Milan triplica: Brahim Diaz va via sulla trequarti e offre a Giroud un pallone invitante, chirurgico il sinistro del francese che si infila all’altezza del secondo palo, fuori dalla portata di Radunovic. Il terzo gol che è una vera mazzata per i rossoblù.

Doppia occasione per il Milan al 28′: colpo di testa di Kjaer respinto da Pavoletti, poi sul proseguo dell’azione, Tomori al volo spedisce verso l’angolino, Radunovic in tuffo leva il pallone dall’angolo sinistro.

Al 34′ ancora i rossoneri pericolosi, con una incursione di Theo Hernandez che si libera di Ceppitelli e crossa per Giroud, stavolta il centravanti liscia la conclusione.

Risposta Cagliari al 36′: angolo di Marin calciato intelligentemente a mezza altezza, il pallone sfila e arriva a Pavoletti, tiro di prima intenzione, fuori non di molto. Insiste il Cagliari al 37′, gran palla tesa di Nandez a cercare Pavoletti, Kjaer di testa mette fuori.

Al 41′ su tiro da fuori Brahim Diaz, Strootman tocca col braccio, l’arbitro Serra prima concede la punizione dal limite, poi richiamato dal VAR cambia idea e indica il dischetto. Giroud trasforma con un preciso e angolato tiro a mezza altezza, alla sinistra di Radunovic.

Nella ripresa, cala il ritmo forsennato tenuto dalle squadre nel primo tempo. Al 55′ ottimo cross di Marin dalla destra, salta Pavoletti ma non riesce ad impattare il pallone con potenza, sul fondo.

Al 58′ Giroud prova a restituire la cortesia, il suo colpo di testa è contenuto in angolo da Godin.

Cambio forzato tra i rossoblù al 63′: Zappa rileva l’acciaccato Ceppitelli. Quindi è ancora Godin ad anticipare all’ultimo Giroud su punizione profonda di Hernandez, magistrale l’intervento del difensore uruguayano.

Al 66′ lancio di Kjaer, Leao sfugge a Zappa, cross basso, Godin ci mette una pezza mandando in angolo. Triplo cambio nel Milan: Rebic, Bennacer e Florenzi al posto di Leao, Tonali e Saelaemekers.

Al 70′ profonda incursione di Hernandez, tiro cross che scavalca la traversa.

Entrano Lykogiannis e Farias al 75′ per Dalbert e Strootman, il Cagliari passa a quattro in difesa.

L’esterno sinistro greco si rende subito pericoloso con una punizione calciata direttamente in rete dalla destra, Magnain para in tuffo. Quindi un tiro di Pavoletti a botta sicura è deviata in angolo da Kjaer.

Altre sostituzioni: all’85’ tra i rossoblù Pereiro e Ceter al posto di Deiola e Pavoletti, nel Milan Maldini per Dias. All’87’ Rebic parte palla al piede, scambia con Giroud, tiro dal limite alto.

Prima della fine, spazio a Castillejo per Giroud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *