IL CAGLIARI SUPERA IL PRIMO TURNO DELLA COPPA ITALIA. BATTUTO IL PISA PER 3-1

Il Cagliari supera il turno di Coppa Italia: 3-1 al Pisa all’Unipol Domus. Obiettivo qualificazione centrato e nel migliore dei modi: primo tempo dominato, con tre gol messi a segno e una serie di occasioni costruite su azioni corali di ottima fattura; nella ripresa i rossoblù si sono limitati a controllare una partita già messa in cassaforte. Unico piccolo neo della serata, il gol incassato a metà tempo su azione d’angolo, ma va dato merito al Pisa per non aver mai mollato. Un Cagliari promettente, in vista del debutto in campionato, lunedì prossimo ancora all’Unipol Domus contro lo Spezia, con molti giocatori che sono sembrati già in buone condizioni fisiche. Positive anche le prove dei due nuovi acquisti, Dalbert e Strootman, già bene integrati nel gioco della squadra. Il brasiliano è piaciuto per le sue volate sulla fascia sinistra e l’incisività in fase di spinta, l’olandese, schierato come perno centrale, ha dato lucidità e precisione a tutto il complesso.

Leonardo Semplici sceglie inizialmente Cragno in porta, trio di difesa con Walukiewicz, Godin e Carboni, a centrocampo ci sono Zappa, Deiola, Strootman, Marin e Dalbert, in avanti Joao Pedro e Pavoletti.

La partita riserva subito emozioni: al 2’ lancio in profondità di Strootman, Joao Pedro non ci arriva di testa, ma il suo movimento disorienta Nicolas, il portiere si fa sfuggire il pallone che carambola addosso al brasiliano, per il quale è un giochetto mettere dentro. L’arbitro però annulla dopo aver consultato il VAR per una posizione irregolare di partenza da parte del capitano rossoblù.

Un gol annullato anche al Pisa: botta da fuori di Marsura, Cragno non trattiene, Lucca mette dentro, ma il centravanti toscano è in fuorigioco.

Problemi per Dalbert che al 15’, saltando con Berra, rimedia un taglio all’arcata sopraccigliare.

Al 20’ ottima azione dei rossoblù con una serie di tocchi in verticale, l’ultima è di Joao Pedro per Dalbert, tiro cross allontanato da Nicolas col corpo.

Il Cagliari tiene più a lungo il possesso del pallone, il Pisa si rintana nella propria meta campo e bada bene a chiudere tutti i varchi. I rossoblù rompono gli indugi: al 22’ interessante cross di Walukiewicz dalla destra, troppo alto per Pavoletti, Carboni tira al volo, sul fondo. Al 24’ conclusione da fuori area di Deiola, deviata in angolo. Fioccano le occasioni: al 26’ cross di Marin dalla destra, Joao Pedro all’altezza del primo palo devia di testa indirizzando nell’angolo, Nicolas si stufa con tempismo e manda corner. Dalla bandierina calcia Marin, svetta Carboni, pallone alto.

Il muro del Pisa crolla al 28’: Marin sulla trequarti serve Joao Pedro e poi scatta in avanti a ricevere il passaggio di ritorno, il rumeno controlla a seguire, vince un rimpallo e si presenta solo davanti a Nicolas: dribbling sul portiere e pallone depositato in rete. Vantaggio meritatissimo.

Al 33’ rossoblù vicinissimi al raddoppio: Dalbert dalla sinistra mette in mezzo per Zappa che impatta al volo e colpisce in pieno il palo destro della porta di Nicolas.

Raddoppio solo rinviato: angolo di Marin, deviazione di testa di Godin, il pallone sbatte addosso a Caracciolo, picchia sotto la traversa e quindi in rete.

Al 3’ dei 4’ di recupero il terzo gol: cross dalla sinistra di Carboni, dalla parte opposta Deiola in acrobazia al volo scaraventa in rete.

Il Pisa si ripresenta in campo con una novità: Marius Marin per Quaini. Gli ospiti vanno vicini al gol al 52’ con un tiro a giro di Marsura, di poco fuori.

Al 55’ buon cross di Dalbert dalla sinistra, Joao Pedro si lancia in spaccata ma non riesce a deviare verso la porta. Il secondo tempo si srotola su ritmi piuttosto lenti, quasi accademici.

Doppio cambio nel Pisa al 61’, con Touré e Masucci per Gucher e Lucca; al 65’ dentro un ex, Leverbe, per l’acciaccato Birindelli.

Al 67’ il Pisa accorcia le distanze: angolo dalla sinistra, Masucci svetta nel mucchio e di testa indovina l’angolo lontano.

Anche Semplici mette mano alla panchina, con gli ingressi di Ceppitelli e Lykogiannis per Carboni e Godin. All’82’ il sardo Mastinu nel Pisa rileva Sibili.

Occasione rossoblù all’85’: punizione di Lykogiannis dalla sinistra, arriva Ceppitelli in spaccata, deviazione non di molto fuori dallo specchio.

Altri cambi prima della fine: all’87’: Pavoletti e Joao Pedro lasciano il posto a Simeone e Pereiro, al 95’ Altare per Marin. Sono le ultime note di cronaca di una partita già chiusa. Il Cagliari nei sedicesimi di finale affronterà a dicembre il Cittadella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *