FERRAGOSTO SARDO 2021 TRA COVID, CALDO TORRIDO E INCENDI

di PAOLO PULINA

Anche quest’anno Ferragosto sfavorevole:

non solo limitazioni da Covid sempre attivo.

In Sardegna – e in molte altre assolate isole –

il fuoco desertificante rimane sempre vivo.

Nella tradizionale festa di “Feria d’agosto”

in Sardegna non manca il porcetto arrosto.

In questo Ferragosto ci sia grande attenzione

per evitare, in campagna, che un tizzone

non causi qualche rogo poi incontrollabile!

Si sa che il piromane è spesso responsabile

ma è anche colpevole sicuramente l’incuria

nello scatenare, con caldo e vento, la furia

delle fiamme che bruciano boschi, animali,

pascoli e in qualche caso anche le persone

che non riescono a scampare all’ irruzione

delle impetuose, impietose vampe infernali. 
Anche quest’anno né le rituali processioni 

con i Candelieri, né gioiosi assembramenti:

per tutte queste tradizionali manifestazioni

aspettiamo futuri, più tranquilli momenti.

Pur in questa situazione voglio augurare:

“Bonu Mesaustu! In allegria a lu festare!”

2 pensieri riguardo “FERRAGOSTO SARDO 2021 TRA COVID, CALDO TORRIDO E INCENDI”

  1. La ragionevole cautela sia adeguata alla sicurezza umana per un futuro meraviglioso senza intolleranze e abusi. E prevenzione seria il pericolo di incendi. Che diventato un pericolo costante per tutti gli esseri viventi. Con questo dramma persistente .Buona giornata di ferragosto. Ciao a tutti voi in famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *