E-STIAMO AL MUSEO! GLI APPUNTAMENTI AL MADN DI SENORBI’ RICCHI DI CONTENUTI E UMANITA’ RISCOPERTA

di ELISABETTA FRAU

Dopo un lungo periodo di sospensione, tornano gli incontri dal vivo, anche al Museo di Senorbì.

Si parte sabato 26 giugno, dalle 19.30 con la prima conferenza del ciclo “La riscoperta dell’oggetto”, in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Cagliari.

Sarà un’estate ricca di contenuti e umanità riscoperta.

Abbiamo bisogno di riprendere il cammino, più forti, consapevoli e maturi.

 Che siano davvero Nuovi INIZI!

Ciclo di conferenze

La riscoperta dell’oggetto”

Visitare un Museo implica indagare la sua essenza, vivere gli oggetti che ne compongono il percorso, viaggiare attraverso essi e comprendere i tracciati umani dai quali hanno tratto spunto.

Fondamentale, a questo proposito, ripercorrere le fasi di recupero, analisi e studio a cui ogni singolo reperto è sottoposto, perché si possa comprendere meglio il suo valore di documento storico, e l’innata vocazione a stimolare idee, suggestioni, interesse e curiosità.

Il fascino che deriva da questa percezione fornisce spunti interessanti cui attingere per sperimentare nuovi modelli conoscitivi e metodologie, utili per la trasmissione della conoscenza, nelle sue molteplici declinazioni.

Da tali presupposti trae spunto il ciclo di conferenze “La riscoperta dell’oggetto”, elaborato all’interno del MADN di Senorbì, in accordo con l’Amministrazione comunale, con la collaborazione della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Cagliari e la SABAP della città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, già firmatari di un protocollo d’intesa volto all’analisi storica del territorio comunale di Senorbì, contestualmente allo studio dei materiali archeologici provenienti dallo stesso territorio e in parte già custoditi presso il civico museo archeologico MADN.

Gli incontri, dalla fine di giugno a metà settembre, avranno come intento promuovere la realtà museale in modo alternativo, focalizzando l’attenzione su reperti singoli o specifiche classi di materiali, contenuti all’interno del percorso espositivo, perché possano emergere le loro peculiarità tecnico – artistiche, ma anche le implicazioni sottese alla storia, all’ambito sociale, economico e culturale da cui hanno tratto significato e importanza.

Il singolare come simbolo e significante di un contesto umano complesso e parte integrante delle sue dinamiche evolutive.

Sabato 26 giugno, dalle 19,30, inizieremo questo nuovo percorso.

Nostra gradita ospite sarà la Professoressa Carla Del Vais, Docente di Archeologia Fenicio – Punica presso l’Università di Cagliari e Direttore del Civico Museo di Cabras che proporrà il suo contributo, dal titolo: “Tra Punici e Greci: le ceramiche “a vernice nera” di Monte Luna”.

Introdurranno l’evento il Sindaco di Senorbì, Alessandro Pireddu e il Responsabile scientifico del MADN, Elisabetta Frau.

La manifestazione si svolgerà all’aperto, presso la corte del MADN, a partire dalle 19.30, nel rispetto delle norme attualmente in vigore.

Ringraziamo la Cantina Trexenta per la sua costante presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *