CON LA “SARDA TELLUS”, RICORDO A GENOVA A 50 ANNI DALLA SUA MORTE (DA EROE) DI ALESSANDRO FLORIS, EMIGRATO NEL CAPOLUOGO LIGURE

riferisce PIERO CANU

Il 26 marzo del 1971 il nostro conterraneo, nativo di Iglesias, Alessandro FLORIS, a 31 anni e emigrato a Genova trovò lavoro all’Istituto Autonomo Case Popolari.  Mentre il Capo del Personale è nell’atrio della Banca con la borsa del denaro per pagare gli stipendi, vede improvvisamente 2 giovani entrare, scipparlo e scappare. FLORIS, senza indugi, si lancia all’inseguimento, uno di questi gli spara colpendolo a morte. Le indagini accertarono che l’omicidio del giovane FLORIS fu per mano armata del gruppo terroristico XXII Ottobre. Il 26 marzo 2021 il Dottor Enrico MONTOLIVO, noto imprenditore di Genova ha organizzato la commemorazione del 50° anniversario dell’efferata uccisione di un giovane Sardo che morì per il suo coraggio. Hanno partecipato all’evento Donatella ALFONSO l’autrice del libro “Animali di Periferia” che racconta la storia inedita della Banda XXII Ottobre, Mario BIANCHI Presidente VI Municipio Medio Ponente di Genova e Piero CANU Presidente dell’Associazione Sarda Tellus di Genova.

Una risposta a “CON LA “SARDA TELLUS”, RICORDO A GENOVA A 50 ANNI DALLA SUA MORTE (DA EROE) DI ALESSANDRO FLORIS, EMIGRATO NEL CAPOLUOGO LIGURE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *