DUE NUOVI CIRCOLI AFFILIATI ALLA F.A.S.I.: LE ASSOCIAZIONI “DIMONIOS” (ABRUZZO E MOLISE) E “SHARDANA” (PERUGIA)

Nel corso del Consiglio Direttivo Nazionale della F.A.S.I., tenuto domenica 8 novembre 2020 sulla piattaforma on line Goto Webinar, la presidente della F.A.S.I. Serafina Mascia ha illustrato la richiesta ufficiale di affiliazione alla Federazione presentata dal Circolo Culturale Sardo – APS “Dimonios” – Abruzzo-Molise (presieduto da Emily Congiu) e dall’Associazione Culturale Sarda “Shardana” – Perugia (presieduta da Nicoletta Menneas).

A seguito del pronunciamento favorevole all’accoglimento dell’istanza di affiliazione da parte dalla maggioranza degli aventi diritto al voto, viene approvata l’affiliazione alla F.A.S.I. dei due circoli.

A.P.S. Dimonios – Circolo Culturale Sardo Abruzzo e Molise è nato a Pescara nell’aprile 2015. Le principali attività svolte dalla creazione dell’Associazione: periodiche “Feste della Sardegna”; mostre di pittura; presentazione di libri di autori sardi (Michela Murgia, Bepi Vigna, Cristina Caboni, Vanessa Roggeri, Piergiorgio Pulixi, Marcello Fois); raccolta solidale a favore della fondazione “Il sorriso di Filippo” in ricordo di Filippo Sanna, giovane ventitreenne sardo deceduto a Pescara in seguito alle ferite riportate durante il terremoto di Amatrice (agosto 2016). 20 giugno 2017: presenza del Circolo alla consegna delle borse di studio in memoria di Filippo Sanna, istituite dall’associazione “Un sorriso per Filippo”, create grazie alla collaborazione della F.A.S.I.

Associazione Culturale Sarda Shardana (Perugia), costituita nel febbraio 2016, ha svolto numerose attività ricreative e culturali, volte alla conservazione, alla diffusione e alla trasmissione della cultura della Sardegna. Si ricordano in particolare del 2017: 1) l’evento “Sa Paradura” (“mille pecore per Cascia e frazioni”), un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma del Centro Italia. L’antica usanza sarda de “Sa Paradura” consiste nel donare, da parte di tutti gli allevatori del circondario, uno o più capi di bestiame così da ricostituire la mandria di un pastore colpito da una disgrazia e/o calamità; 2) il convegno “Su Viazzu de sa Vida (chimbant’annos in terra anzena)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.