CAGLIARI, COSI’ NON VA! ALLA SARDEGNA ARENA IL NAPOLI PASSA D’AUTORITA’ 1-4

Sconfitta casalinga per il Cagliari alla Sardegna Arena contro il Napoli. 4-1 il punteggio per i partenopei in una gara difficile per i rossoblù: Joao Pedro l’aveva riacciuffata al quarto d’ora della ripresa, ma sul capovolgimento di fronte Zielinski ha riportato sopra gli ospiti. L’espulsione di Lykogiannis ha complicato ancora di più i piani per il Cagliari: in dieci contro undici, il Napoli ha chiuso il match portando a casa i 3 punti.

Di Francesco davanti a Cragno schiera il quadrilatero composto da Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli e Lykogiannis. La mediana è formata da Marin e Nandez, con Sottil, Joao Pedro e Pereiro alle spalle di Simeone.

Napoli subito arrembate, con una botta secca di Zielinski, Cragno rspinge.

Risponde il Cagliari, portando tanti uomini nella metacanpo partenopea. I rossoblà pressano alti: al 7′ Joao Pedro strappa palla a Mario Rui nei pressi dell’area del Napoli, assist all’indietro, Simeone è in ritardo, Ruiz spazza deciso. Al 10′ ancora Zielinski ci prova da fuori area, il pallone, deviato da un difensore del Cagliari, giunge smorzato tra le braccia di Cragno. Gli ospiti tentano la via del gol dalla lunga distanza, al 12′ il tiro è di Fabiàn Ruiz, Cragno si distende sulla sua destra e sventa il pericolo.

Al 13′ angolo di Zielinski, ribatte la difesa rossoblù, Insigne dal limite fa partire un destro, fuori non di molto. Si gioca a viso aperto, ottimo ritmo, partita piacevole.

Al 20′ bella iniziativa di Pereiro, che salta Mario Rui e pennella un cross morbido per la testa di Joao Pedro, puntuale il colpo di testa del brasiliano, appena sopra la traversa.

Napoli pericoloso al 22′, con Petagna che viene servito in piena area da Zielinski, tiro rimpallato, nuovo tentativo di Insigne ancora ribattuto, poi Mario Rui spara alto. Al 23′ ancora Insigne calcia di prima intenzione, di poco sopra la traversa.

Il Napoli passa in vantaggio al 25′: bordata da fuori di Zielinski, stavolta Cragno non ci può arrivare.

Al 27′ botta di Lozano che sfiora il palo. Poi Petagna, innescato in profondità, appoggia all’indietro per Ruiz, conclusione sballata.

Il Cagliari sfiora il pari al 38′: errore in disimpegno di Manolas, Simeone si inserisce centralmente, destro da fuori area, a lato. Al 42′ Sottil controlla un cross di Joao Pedro dalla destra, il sinistro da posizione defilata vola alto.

Si riprende dopo l’intervallo senza cambi. Il Cagliari sale di tono, in particolare è Nandez a suonare la carica: l’uruguayano in scivolata nel cuore dell’area napoletana recupera un pallone su Manolas, Joao Pedro non ci arriva per poco. Al 56′ Insigne cerca il taglio di Lozano con una palla precisa, buona la diagonale di Lykogiannis che di testa precede il messicano.

Subito dopo primo cambio per Di Francesco: Tramoni rileva Pereiro. Il giovane corso si piazza sulla sinistra, Sottil passa sull’altro versante. Insigne cerca il sette su punizione dai venticinque metri, nessun pericolo per Cragno.

Al 60′ il pareggio: Nandez caparbiamente vince un contrasto in area con Ruiz, palla a Sottil, il cui cross in area è prezioso per Joao Pedro, primo tiro del capitano rimpallato da Manolas, il pallone resta li e Joao lo scaraventa in gol.

Gioia di breve durata: Di Lorenzo dalla destra centra per Zielinski, che salta elegantemente Zappa in piena area e di punta infila Cragno.

La partita diventa incandescente: Joao Pedro resiste a Di Lorenzo, il tiro di Sottil da posizione defilata termina sul fondo.

Il cammino per i rossoblù si complica ancora di più: al 65′ Lykogiannis, già ammonito, commette fallo su Lozano e si vede mostrare il secondo giallo, Cagliari in dieci.

Al 67′ un cross do Sottil viene deviato da Mario Rui, il pallone finisce sull’esterno della rete con Ospina immobile. Entra Tripaldelli al posto di Sottil, Di Francesco riequilibra la squadra.

Al 69′ Insigne penetra in area, pallone basso per Lozano, destro secco, Cragno para in tuffo. Al 74′ Di Lorenzo centra per la testa di Lozano in controtempo, deviazione area sopra la traversa.

Il messicano si rifà qualche istante dopo, risolvendo una mischia in area: 3-1.

Due sostituzioni nel Napoli: Politano ed Elmas al posto di Petagna e Zielinski. All’82’ Politano si incunea in area rossoblù, pressato da Ceppitelli cerca l’angolo coperto da Cragno.

Nel Cagliari Pavoletti e Caligara sostituiscono Simeone e Joao Pedro.

All’84’ botta di Di Lorenzo, Caligara tocca con un braccio in area, rigore per il Napoli: Insigne trasforma con un tiro forte sotto sotto la traversa.

Gattuso esaurisce i cambi: fuori Manolas, Bakayoko e Mario Rui, dentro Lobotka, Rrahmani e Ghoulam. Senza recupero, l’arbitro Manganiello fischia la fine: i rossoblù restano a 14 punti in classifica, mercoledì alla Sardegna Arena arriva il Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *