UNA DINAMO SASSARI IN EMERGENZA A CAUSA DELLE ASSENZE PER INFORTUNIO, DOMA VARESE CON UN PERENTORIO 104-82

un esultante Marco Spissu in primo piano

La Dinamo Banco di Sardegna centra la quarta vittoria nel campionato LBA, e lo fa in assoluta emergenza: i sassaresi si presentano infatti in campo con le assenze di Kruslin e Treier, Gentile out per infortunio e coach Pozzecco rimasto precauzionalmente a casa per qualche lineetta di febbre. Con un primo tempo spaziale, da 67-32 con13/16 dall’arco, i giganti indirizzano la partita in proprio favore, condotti offensivamente da un ottimo Spissu (13 con 4/4 nei primi 20’), Jason Burnell (12) e Eimantas Bendzius (23 pt) e difensivamente dalla grinta e dall’esperienza di Jack Devecchi, voluto in quintetto da coach Edoardo Casalone. Nel secondo tempo Varese prova ad accorciare le distanze con Strautins e Scola, ma alla compagine lombarda allenata da coach Bulleri non sono bastati i 33 punti del veterano argentino. Nonostante l’assenza aggiuntiva di Jason Burnell, uscito per antisportivo e tecnico, i sassaresi hanno gestito il vantaggio chiudendo la sfida 104-82.

Starting five biancoblu con Spissu, Bilan, Devecchi, Burnell e Bendzius, coach Bulleri risponde con Scola, Ruzzier, Andersoon, Strautins e Douglas. La tripla di Burnell apre le danze della sfida, Bendzius monetizza il primo fallo dei lombardi ed è 5-0 isolano. Varese risponde con un mini break di 4-0 con Strautins-Douglas. La bomba dell’ex Trieste sigla l’allungo dell’Openjobmetis ma si accende Spissu che, on fire bombarda dall’arco. Il play sassarese firmerà un sontuoso primo quarto con 4/4 da tre con 3 assist. Anche Bendzius punisce da lontano mentre nel pitturato è duello tra Scola e Bilan. Il Banco dilaga con un break da 19-1 che indirizza nettamente la sfida in favore dei padroni di casa. A suonare la carica tutta la grinta del capitano Devecchi che recupera una palla sanguinosa e scarica per il contropiede finalizzato dalla coppia Spissu-Bilan. La Dinamo però è in fiducia e, trascinata dal numero 0 e un globale 7/8 da tre, chiude la prima frazione 36-18. Nel secondo quarto prosegue la corsa della Dinamo che si affida a Bendzius e Pusica; i biancoblu vedono il canestro grande. Apporto anche da Justin Tillman, bomba del capitano mentre Strautins e Scola tengono a galla Varese. La tripla di Burnell scrive il massimo vantaggio sul 67-30. Alla seconda sirena il tabellone dice 67-32.  Varese rientra in campo nel secondo tempo con la volontà di invertire rotta: i biancorossi mostrano grinta e concretezza sul campo. Ci sono storie tese tra Strautins e Burnell che portano all’espulsione del giocatore americano. Strautins e Scola trascinano i lombardi ma il Banco gestisce il vantaggio e al 30’ è 84-58. Negli ultimi dieci minuti gli uomini di coach Casalone sono bravi a controllare il ritmo e non permettere all’Openjobmetis di accorciare troppo le distanze. C’è il debutto sul parquet del giovanissimo Luca Sanna, a referto con un assist, alla sirena la sfida finisce 104-82.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *