IL CAGLIARI CALCIO SEMPRE PIU’ “AMBASCIATORE” DELLA SARDEGNA IN CINA: FORMAZIONE DI GIOCATORI E TECNICI E ATTIVITA’ DI SCAMBIO ECONOMICO

Il Cagliari va avanti con la sua attività di internazionalizzazione, con un occhio di riguardo per la Cina. Il club sardo ha da poco siglato un nuovo accordo che prevede lo sviluppo di centri giovanili a Xiapu, città della provincia del Fujian, accompagnato da un vasto programma di formazione dedicato ai giovani e agli allenatori locali, ponendosi come obiettivo la crescita del calcio a Xiapu.

Questa sinergia è nata un anno fa, nell’agosto 2019, con incontri tra tecnici e dirigenti della squadra locale tenuti dal dg rossoblù Passetti e dall’ambasciatore internazionale del club, Daniele Conti, ex capitano del Cagliari e coordinatore tecnico della Primavera e dell’Under 17. L’emergenza causata dalla pandemia di Covid-19 però ha rafforzato il legame tra il capoluogo isolano e Xiapu, grazie al lavoro della Fondazione Carlo Enrico Giulini, che ha portato alla donazione da parte della città cinese di oltre 150mila mascherine e prodotti medico-sanitari messi a disposizione dell’Ats Sardegna e del Comune di Cagliari, oltre che di enti no-profit del territorio sardo.

Sul fronte calcistico, la partnership tra il Cagliari e Xiapu porterà i tecnici del settore giovanile cagliaritano in Cina. Un lavoro che verrà svolto all’interno delle scuole, insieme agli istruttori locali, per accompagnare la maturazione dei giovani sia dal punto di vista tecnico che fisico. È previsto inoltre dal programma anche l’arrivo in Sardegna dei migliori talenti cinesi selezionati sul territorio, oltre ad allenatori e rappresentanti delle istituzioni, che potranno osservare da vicino le metodologie utilizzate dal Cagliari. Un anno fa, istruttori e tecnici rossoblu hanno trascorso un mese in Cina per trasmettere ai colleghi asiatici le loro conoscenze su gestione e organizzazione di una Academy, inoltre a dicembre il direttore commerciale del Cagliari, Stefano Melis, ha ha tenuto dei seminari sul modello di funzionamento della società agli studenti della Fujian Normal University.

Una sinergia che non riguarda solo lo sport, ma che punta ad estendersi alla sfera economica e culturale, come dimostra la presenza delle più alte autorità politiche del Fujian, di Confindustria Sardegna Meridionale e del Comune di Cagliari. Come chiarito dal vice governatore del dipartimento di commercio della provincia di Fujian, Chen Ansheng, e dal vice direttore dell’ufficio agli affari esteri della stessa provincia, Huang Shaorong: «L’auspicio è che l’accordo tra il Cagliari e il governo di Xiapu possa promuovere non solo lo sviluppo del nostro calcio, ma anche la cooperazione tra i due territori, attraverso gli scambi economici, commerciali e turistici». Della stessa lunghezza d’onda il presidente di Confindustria Sardegna Meridionale, Francesco Marini: «Ritengo l’accordo una iniziativa di fondamentale importanza nello sport giovanile, che creerà al contempo nuovi collegamenti e nuove opportunità di sviluppo». Il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, ha sottolineato l’importanza di «rafforzare – attraverso gli scambi culturali – l’amicizia tra i due popoli e il confronto tra tradizioni millenarie». Infine, il dg del Cagliari, Mario Passetti, ha assicurato che il club «metterà a disposizione il suo patrimonio di conoscenze così da contribuire ad innalzare il livello del calcio giovanile a Xiapu e favorire la sua internazionalizzazione. L’accordo dovrebbe anche facilitare la nascita di nuove e interessanti opportunità di collaborazione tra la Sardegna e la provincia di Fujian».

Una risposta a “IL CAGLIARI CALCIO SEMPRE PIU’ “AMBASCIATORE” DELLA SARDEGNA IN CINA: FORMAZIONE DI GIOCATORI E TECNICI E ATTIVITA’ DI SCAMBIO ECONOMICO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *