LA CERAMICA SARDA DI DOMENICO PASELLA: AFFERMATA IN DIVERSE LOCALITA’, E’ UN PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA TRADIZIONE

L’artigianato sardo in generale e la ceramica in particolare si affermano a livello nazionale in seguito alla fine della Grande Guerra. La Sardegna da sempre vanta una ricchezza e vivacità tale che si possono trovare prodotti di ogni tipo che si distinguono per la loro originalità e la fedeltà alla tradizione popolare. L’artigianato nasce principalmente per soddisfare le esigenze quotidiane, con la produzione di oggetti destinati ad uso domestico o per il lavoro in campagna. Ecco quindi svilupparsi l’arte dell’intreccio dei cesti, della tessitura, della lavorazione dei metalli e del legno. In un secondo tempo si sviluppa la produzione di oggetti ornamentali con finalità decorativa, con la lavorazione di ori e coralli per la produzione di monili e gioielli. La ceramica sarda riflette la cultura dell’isola e le tecniche di lavorazione riprendono i modelli e le forme ereditate dalla dominazione spagnola: tra i prodotti più emblematici i piatti finemente decorati con motivi animali come la Pavoncella, diventato simbolo dell’artigianato sardo 

Era il 28 maggio del 1972 quando a Calangianus, un paesino della provincia di Olbia-Tempio, in un piccolo laboratorio ricavato da una stanza della vecchia casa di famiglia, Domenico Pasella decide di inseguire il suo sogno di realizzare prodotti tipici dell’artigianato sardo mediante la lavorazione del sughero. Il sogno cresce e da una prima piccola bottega ad Abbiadori, una frazione vicino a Porto Cervo, vengono aperti diversi altri negozi. Prima ad Olbia, poi a Cannigione e via via in tutte le principali località della Costa Smeralda. Si arriva quindi ai primi Anni Novanta, quando l’Artigianato Pasella inizia la produzione di ceramiche artistiche, affiancando all’esperto maestro vasaio, Pasqualino Pani, un gruppo di giovani brillanti ceramisti. Ai tipici prodotti artigianali in sughero, si aggiungono quindi, splendide creazioni in ceramica, delicate ed eleganti con i prodotti diventati il riferimento dell’artigianato artistico sardo.

Artigianato Pasella è presente nelle principali località del nord Sardegna con 15 punti vendita, tra cui la Boutique Artigianato Pasella di Tempio Pausania, circondata dai caratteristici palazzi storici, o le boutique di Sardinia Ars di Palau, di Santa Teresa e di San Teodoro, con oltre mille metri quadri di superficie espositiva che si presentano come le più grandi vetrine dell’artigianato artistico sardo. Le migliori argille sarde vengono lavorate a regola d’arte e decorate abilmente con smalti e colori nati e prodotti dalla fantasia del gruppo di artigiani, ogni prodotto viene realizzato interamente a mano con tutti i pregi e piccoli difetti che questo comporta e che contribuisce a rendere ogni opera un pezzo unico. La collezione del laboratorio Artigianto Pasella comprende una ricca gamma di vasellame per la tavola e l’arredamento ed è composta da numerose linee decorate a mano e contraddistinte dal disegno decorativo ispirato dalla natura e dalle tradizioni isolane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *