IL VIRUS BLOCCA LA TRADIZIONE DEGLI EMIGRATI SARDI DI LIVORNO: L’AMAREZZA PER LA SOSPENSIONE DELLA FESTA DI N.S. DI BONARIA PATRONA DELLA SARDEGNA

di ANTONIO DEIAS

A seguito delle misure restrittive adottate dal governo per evitare la diffusione del Covid-19, sono state, giustamente, sospese tutte le attività legate ad eventi, fiere e feste patronali. Alla luce di questi provvedimenti, anche la Comunità Sarda di Livorno, è costretta a sospendere la tanto attesa festa in onore di N.S. di Bonaria, che per tradizione, fin dalla nascita dell’Associazione Culturale Sarda “Quattro Mori” di Livorno, si svolge il terzo sabato del mese di maggio presso il Santuario di Montenero in Livorno. I preparativi, avviati fin dal gennaio scorso, sono stati bruscamente interrotti tra l’amarezza generale dei soci, del Consiglio Direttivo e delle rispettive Cariche Sociali, già idealmente proiettati verso questo importante appuntamento. Alla comunità Sarda e agli amici livornesi, in un momento così delicato, verrà quindi a mancare questa forte occasione di aggregazione e di condivisione collettiva che affonda le sue radici nel passato, in tempi e modi che vengono tramandati da diversi anni.  

Oggi, al contrario di tante altre manifestazioni religiose, che con il tempo sono venute meno, la festa rimane viva nella memoria dei Sardi e viene trasmessa di generazione in generazione, restando quasi immutata nella sostanza. Quest’anno, però, i momenti della festa, solitamente segnati dalla celebrazione Liturgica, dai tradizionali costumi isolani, dalle tonalità dell’organo che conducono la nostra Corale Polifonica diretta dal Maestro Mauro Ermito nell’ l’esibizione dei brani in lingua sarda, saranno sostituiti da eventuali momenti di preghiera che i fedeli potranno eseguire presso il proprio domicilio. Ancora una volta dovremmo affidarci fiduciosamente all’amata Patrona che nel corso dei secoli, più volte ha protetto il paese dalle tante calamità: pestilenze, colera, guerre e ogni altro momento di difficoltà personale e familiare degli abitanti di questa antica Terra isolana. Il popolo sardo ha sempre fatto ricorso alla Madonna di Bonaria e in lei ha sempre trovato forza e coraggio per superare le tante avversità della vita e i momenti più drammatici che hanno segnato la vita della comunità.

Ancora oggi, in questo particolare momento di tribolazione, la comunità sardo/livornese, uniti virtualmente, sull’esempio di quanti li hanno preceduti nella fede, metteranno la comunità locale e l’umanità intera sotto la materna protezione di N.S. di Bonaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *