PARTITA PALPITANTE SINO ALL’ULTIMO SECONDO: A SASSARI LA DINAMO REGOLA VARESE PER 93-87

La Dinamo Banco di Sardegna fa il suo esordio sul parquet del PalaSerradimigni in questo 2020 e apre il girone di ritorno di LBA contro la Pallacanestro Varese. Novità nei dodici di coach Gianmarco Pozzecco è Paulius Sorokas, l’ala lituana fa oggi il suo esordio nella massima serie italiana.

Prima presenza in Serie A ed è subito quintetto per Paulius Sorokas, l’ala lituana preferita in quintetto a Dwayne Evans, tenuto a riposo precauzionale dallo staff del Medical Dinamo Lab. Canestro lampo di Dyshawn Pierre, poi è mini parziale ospite, 2-4 in avvio. Miro Bilan impensierisce sin da subito la difesa avversaria e porta avanti il Banco, coach Caja deve fare i conti con i due falli di L.J. Peak e Vene ma Varese c’è e si porta a +5, a spezzare l’inerzia è Sorokas dall’angolo, 11-13 al 4’. La Dinamo si tiene a contatto grazie ai tanti falli subiti e ai conseguenti liberi a segno (5/7), gli ospiti sono quasi perfetti dai 6.75 nei primi 5 minuti (4/6) e continuano a condurre il match, Sorokas on fire fa tutto da solo: le sue triple valgono parità e sorpasso, 23-20 all’8’. Pozzecco ruota i suoi, Peak impatta ed è ancora parità, ci pensa Pierre con un gioco da tre punti a chiudere la prima frazione sul 28-25.

Riparte bene Varese con Jakovics ma il Banco cambia marcia e costruisce un parziale di 8-0 con un Pierre perfetto dal campo (5/5), Caja costretto a chiamare timeout sul 36-27. L’Openjobmetis reagisce e dimezza il gap, Dinamo confusionaria, il minuto di Poz non sortisce effetti ed è tutto da rifare, 38-37 al 14’. Bilan a cronometro fermo interrompe l’8-0 ma è una Dinamo che non riesce a trovare equilibrio in attacco e si aggrappa al suo totem SuperMiro per ricacciare indietro l’offensiva ospite. Tambone firma 7 punti importanti, Spissu sbaglia il primo libero della stagione, il Banco lavora bene sotto le plance (20 a 11 i rimbalzi) e consolida pian piano il vantaggio, si va negli spogliatoi sul 50-43

Spissu e Vitali scavano il primo vero solco (+14), 4 falli di squadra per Varese nei primi due minuti della terza frazione e 4 anche per L.J. Peak, gli uomini di coach Caja riescono comunque a segnare e a limitare il Banco, 62-55 al 25’. Gli ospiti risalgono fino al -3, ancora una volta le triple sono provvidenziali per i biancoblu, quelle di Vitali e Jerrells arrivano al 28’ e scrivono il +8. Varese corre e lotta su ogni pallone, la difesa avversaria raddoppia su Bilan, Miki Vitali è una sentenza dai 6.75, Varese può solo ridurre il gap, al 30’ è 75-70.

Simmons con due schiacciate apre l’ultima frazione e dà energia ai suoi riportandoli in un amen sul -1, Poz chiama immediatamente il minuto. Varese si conferma squadra tosta, Bilan e Pierre si confermano top scorer del Banco ma Tambone trova la sua miglior serata al tiro e firma il sorpasso, 79-80 al 35’. Vitali, prezioso su entrambi i lati del campo, dalla lunetta riporta avanti la Dinamo, 5° fallo di Clark, l’Openjobmetis non molla e sembra avere più energia, i liberi di Gentile pareggiano i conti dopo la fiammata del duo Tambone-Simmons, 85-85 al 38’. Finale ad alta tensione, si sbaglia tanto e gli ospiti sono meno cinici, la Dinamo ai liberi chiude i conti con Spissu, Gentile e Pierre, è l’ottava vittoria di fila per i giganti in LBA, finisce 93-87.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *