IL RINNOVO DELLA CONSULTA REGIONALE DELL’EMIGRAZIONE SARDA: ALL’INIZIO DEL 2020, L’INSEDIAMENTO

Alessandra Zedda, è Assessore al Lavoro della Regione Sardegna

Sarà insediata nei primi giorni di gennaio la nuova Consulta regionale dell’Emigrazione. La delibera di ricostituzione del “parlamentino” degli emigrati era stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’Assessore del Lavoro, Alessandra Zedda.

La Consulta è costituita dall’Assessore regionale del Lavoro, che la presiede, da un rappresentante per ogni federazione dei circoli degli emigrati, regolarmente riconosciuta dalla Regione, eletto secondo le modalità previste dalla legge n.7; dai rappresentanti designati dalle associazioni di tutela degli emigrati a carattere nazionale, operanti in Sardegna, riconosciute dalla Regione; da tre rappresentanti designati a turno dalle organizzazioni sindacali rappresentative sul piano regionale; da un rappresentante designato dal Ministero per gli Affari Esteri; da tre esperti in materia di emigrazione nominati dal Consiglio regionale su proposta della Giunta regionale; da un funzionario designato dall’Assessore regionale del Lavoro, con funzioni di segretario.

La Giunta regionale, accogliendo la proposta dell’assessore Alessandra Zedda, ha approvato la delibera con cui vengono nominati i nuovi componenti dell’organismo consultivo.

Oltre all’assessore Zedda, che la presiede, la Consulta è composta da Domenico Scala (Svizzera), Serafina Mascia (FASI), Maurizio Sechi (FASI), Margarita Tavera (Argentina), Paolo Atzori (Germania) Gianni Garbati (Spagna), Angela Letizia Licciardi (Brasile), Maria Giovanna Filia (Canada), Mario Deidda (Francia), Mario Agus (Olanda), Fausto Zanda (Australia), Antonio Maria Enna (Belgio), Luca Puggioni (Gran Bretagna), Olimpia Grussu (Danimarca), Giacomo Bandino (Stati Uniti d’America), Pierpaolo Cicalò (Istituto Fernando Santi), Mauro Carta (ACLI), Jan Alexandro Lai (FILEF), Antonino Casu (AITEF), Franca Orrù (UGL), Francesco Piras (Cisl), Maria Francesca Ticca (Uil), Gian Nicola Saba, Funzionario dell’Assessorato del Lavoro (Segretario).

La Giunta regionale ha anche approvato la delibera con cui indica i tre esperti che dovranno essere nominati dal Consiglio regionale. Si tratta di Giuseppe Dessì, Antonio Giua e Carlo Manca.

Sono compiti della Consulta: esprimere un parere su ogni disegno di legge della Giunta regionale in materia di emigrazione; esprimere un parere sul piano triennale e sul programma annuale di interventi di cui all’articolo4 della L.R. n. 7/1991; effettuare proposte in materia di: interventi legislativi ed amministrativi nel campo dell’emigrazione; studi e ricerche nel campo dell’emigrazione; conferenze regionali sulle materie di sua competenza; partecipare alle conferenze regionali, interregionali ed internazionali in materia di emigrazione; vigilare sull’attività dei circoli, federazioni ed associazioni di tutela; formulare proposte in materia di prima occupazione; esprimere pareri sugli atti di programmazione regionale nella prospettiva del superamento degli squilibri che interessano la Regione; formulare proposte in merito ai principi generali cui devono uniformarsi le federazioni e i circoli degli emigrati nella redazione dei rispettivi statuti.

2 risposte a “IL RINNOVO DELLA CONSULTA REGIONALE DELL’EMIGRAZIONE SARDA: ALL’INIZIO DEL 2020, L’INSEDIAMENTO”

  1. Anche per questa Legislatura ci Siamo, il Circolo Sardica avrà un ruolo importante per la Promozione di un Isola che deve diventare il Centro del Mediterraneo. Cercherò di rendermi utile per dare idee Nuove e Moderne per il bene della Sardegna…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *