VITTORIA E SORRISI PER LA DINAMO SUL PARQUET DI DESIO, DOVE SASSARI STRAPAZZA CANTU’ PER 70-87

ph: Bilan

Sesta giornata di regular season, la Dinamo Banco di Sardegna riprende il suo cammino di LBA dopo il turno di riposo. Bilancio di tre vittorie e una sconfitta fino ad ora per i biancoblu che questa sera a Desio sfidano la Pallacanestro Cantù sul parquet di quel PalaDesio che nel 2015 vide trionfare i giganti nelle Final Eight di Coppa Italia. Prima della palla il capitano canturino Andrea La Torre e il presidente biancoblu Stefano Sardara consegnano al velocista sardo-brianzolo Filippo Tortu, tifoso Dinamo, il gagliardetto del match e le due canotte da gara delle rispettive squadre.

Il match. Per coach Gianmarco Pozzecco tutti a disposizione, quintetto titolare confermato con Marco Spissu in cabina di regia, insieme a lui in campo Michele Vitali, Dyshawn Pierre, Dwayne Evans e Miro Bilan. Spissu scrive il primo allungo del Banco, Cantù reattiva spinta da un buon Pecchia che piazza un break di 5-0, 7 pari dopo 4’. Schiaccia Evans, i due attacchi si sfidano dall’arco, ancora Evans autentico fatto nel primo quarto con 9 punti, Pancotto deve fare a meno di Burnell già a quota 3 falli, Pozzecco ruota i suoi, il Banco difende forte, si iscrive subito a referto anche Jerrells, l’attacco Dinamo gira bene, massimo vantaggio, ottima prima frazione, al 10′ è 15-24 (5/8 da 2 e 4/7 da 3).

Parziale di 6-0 tra primo e secondo quarto, Cantù esce bene dal timeout con due triple e il contro parziale, minuto di sospensione per coach Pozzecco (21-26). La Dinamo fa poco canestro ma regge l’urto dei padroni di casa, nuovo allungo con la bomba di Gentile e il piazzato di Bilan, 25-34 dopo 15’. Il Banco lavora d’esperienza e carica di falli gli uomini di Pancotto, anche Hayes con tre commessi, i primi punti di Pierre valgono il 28-40, Spissu in regia fa girare bene la squadra ed è nuovo massimo vantaggio con la bimane di Bilan (31-45), Cantù rosicchia punti e manda tutti negli spogliatoi al 20′ sul 34-45.

Miro Bilan sale in cattedra ad inizio terzo quarto con 6 punti di fila, Miki Vitali si alza da 3, Evans realizza dalla lunetta, la Dinamo vola e conduce agevolmente il match, il centro croato cancella Hayes che commette il quarto fallo, Pierre lancia la transizione, parziale di 14 a 4 per il Banco che gioca in totale tranquillità nei primi cinque minuti del terzo quarto, sul +23 biancoblu è timeout Pancotto (38-61). Spissu metronomo segna e fa segnare, Cantù riduce il gap e costringe la Dinamo a rallentare la sua corsa, Poz chiama il minuto per far rifiatare i suoi, 30’ minuto, 47-68.

Cala l’attenzione in fase difensiva, Cantù prova a rendere meno pesante il passivo e ci riesce riportandosi fino al -15, il Banco interrompe il parziale dei brianzoli, tecnico per proteste fischiato a Jerrells, fattore Bilan in campo, 20 i punti a fine gara, Dyshawn Pierre con un personale 5-0 sigilla con 3’ minuti d’anticipo il match, i giganti gestiscono il vantaggio, al PalaDesio battono per 87 a 70 la Pallacanestro Cantù e conquistano la quarta vittoria stagionale salendo a quota 8 in classifica. Il gruppo di coach Pozzecco ritrova sorrisi e fiducia, si torna in Sardegna per le prossime due sfide di coppa e campionato: mercoledì 30 ottobre alle 20.30 game4 di Basketball Champions League contro i belgi dell’Oostende e sabato 2 novembre, sempre alle 20.30 al PalaSerradimigni, contro la Virtus Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *