CANTANDO MOZART: LO STUDIO DELL’OPERA “BASTIANO E BASTIANA” DEI “MUSICAMORE’S”

ph. Giuseppe Serreli
di ALESSANDRA ATZORI

La musica mi ha accompagnato fin dalla più tenera età e non è mai stata un’ imposizione bensì una grande passione. E’ il mio passatempo preferito da sempre e ancor più la considero una cura efficace per il mio male, così detto incurabile, ricomparso dopo 13 anni. Poter trasmettere ai miei allievi la passione e la tecnica del belcanto mi fa stare decisamente meglio. A volte mi viene persino il dubbio se effettivamente la malattia è ricomparsa o no dal momento che quando faccio musica non accuso alcun sintomo.

Da diversi mesi, con una parte dei miei allievi abbiamo intrapreso lo studio dell’operina singspiel di Mozart Bastiano e Bastiana, opera che ha segnato l’inizio della mia carriera nel mondo della musica lirica. Avevo la loro età, poco più che ventenne, quando la eseguii nel ruolo principale. Non ho mai dimenticato l’impegno che la mia insegnante di arte scenica mise nel curare la regia in ogni dettaglio.  Tutto è rimasto impresso nella mia mente al punto che ho trasferito come un “copia e incolla” le stesse cose ai miei Musicamore’s.  Il singpiel, per chi non lo sapesse, è un’opera lirica composta, oltre che dalla musica anche da dialoghi recitati. Quindi, da regista improvvisata, ho dovuto curare oltre che i movimenti scenici anche l’aspetto della recitazione. I ragazzi hanno assorbito come una spugna i miei insegnamenti e ieri durante la rappresentazione davanti al pubblico (una sorta di prova generale) hanno dato prova di possedere tutte le doti per poter pensare ad un futuro professionale in questo ambito.

Con pochi elementi scenici, senza scenografia e con costumi adattati, ieri l’abbiamo rappresentata grazie anche al supporto della compagnia “Il crogiuolo” diretta da Rita Atzeri e dei giovanissimi attori che in questa compagnia frequentano un laboratorio teatrale. Per loro è stata sicuramente una nuova esperienza: la musica lirica e la recitazione fuse tra loro. 

Il pubblico ha mostrato di gradire lo spettacolo con copiosi applausi anche a scena aperta, con grande soddisfazione per tutti noi che abbiamo messo passione e tempo libero credendoci fin dall’inizio. Lo spettacolo avrà una prima ufficiale il 17 novembre presso il teatro Abaco di Sanluri inserito nella stagione teatrale 2019-20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *