AHI AHI SASSARI! PASSAGGIO INTERNO A VUOTO PER LA DINAMO BATTUTA DA TRIESTE PER 59-65

ph: Miro Bilan

È un finale al cardiopalma a chiudere la sfida della 4°giornata: al termine di una sfida mai chiusa definitivamente la Pallacanestro Trieste strappa la vittoria sul campo del PalaSerradimigni. La Dinamo Banco di Sardegna parte bene e trova il primo gap in chiusura di seconda sirena, trascinata da un buon Miro Bilan protagonista di un ottimo primo tempo. Nel secondo tempo una Trieste mai doma resta a contatto e negli ultimi 3’ trova il break finale che gli permette di strappare i due punti in palio.

Starting five biancoblu con Bilan, Evans, Pierre, Vitali e Jerrells, Trieste risponde con Peric, Fernandez, Jones, Mitchell e Justice. Il Banco parte forte con un minibreak firmato Miro Bilan: gli ospiti si riportano in parità con la coppia Mitchell-Jones. I padroni di casa mettono la testa avanti dalla lunetta con Vitali, Jerrells e Pierre. A sbloccare gli uomini di coach Dalmasson è l’ex Juan Fernandez – in Sardegna nel 2013- con 6 punti e un 3+1 che riporta i triestini a un solo possesso di distanza. Il Banco ricaccia indietro gli ospiti con Evans e Spissu, il canestro di Da Ros allo scadere chiude la prima frazione 22-19. La bomba di Cavaliero riporta Trieste sul 22 pari in avvio di secondo quarto: reazione sassarese con McLean, Vitali e Bilan. Il Banco si porta sul +5, è ancora l’ex Fernandez ad accorciare dai 6,75. Curtis Jerrells non ci sta e sigla il reverse dell’allungo sassarese, serve l’assist per Bilan e monetizza l’antisportivo di Justice. Dopo 20’ la Dinamo conduce 35-27. In avvio di secondo tempo Trieste entra in campo con una faccia diversa: i biancorossi scrivono un parziale di 11-0 che sigla parità e sorpasso. Il Banco incespica in attacco ma si sblocca con Spissu dall’arco. Le due squadre si affrontano punto a punto: i giganti trovano l’allungo dalla lunetta con Evans e Pierre. McLean chiude al 30’ con il canestro del +5 biancoblu (48-43). Negli ultimi dieci minuti Trieste prova ad accorciare le distanze con Cooke, il Banco risponde dalla lunetta con Pierre, Gentile e McLean (52-45). Gli uomini di coach Dalmasson si riportano a un possesso con Da Ros, Elmore e Cooke. La tripla di Cavaliero punisce la difesa sassarese e dice 54 pari con poco più di 3’ da giocare: Trieste si accende dall’arco e trova il break con Cavaliero e Jones. Timeout biancoblu: i giganti rientrano in campo con una faccia diversa. Canestro and one di Vitali, difesa asfissiante dall’altra parte del campo e rubata che consegna a Gentile l’appoggio del -1. Dequan Jones però sfrutta il fallo di Pierre e chiude il gioco da tre punti che consegna a Trieste la partita. Al PalaSerradimigni finisce 59-65.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *