“QUALCUNO E’ RIMASTO, IMPRE-VIDENZE”: DALL’11 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE LA MOSTRA DI GIANNI ATZENI E STEFANO PUDDU CRESPELLANI AL MANCASPAZIO DI NUORO

segnalazione di CHIARA MANCA

Qualcuno è rimasto

Impre-Videnze

Gianni Atzeni e Stefano Puddu Crespellani

A cura di Chiara Manca

11 Ottobre – 2 Novembre

Vernissage 11 Ottobre ore 19

MANCASPAZIO

Via della pietà n. 11 Nuoro

Aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20

Nel 1986, Gianni Atzeni e Stefano Puddu Crespellani hanno esposto, insieme ai nuoresi Paolo Curreli e Giovanni Pirari, in una mostra alla Galleria Chironi88 di Sandra Piras Sanna che li descriveva come “artisti giovani meritevoli di segnalazione in virtù dell’impegno profuso nella ricerca di espressioni e linguaggi artistici sperimentali e conseguentemente più interessanti la sfera della creatività e dell’invenzione”.

Entrambi oggi, continuano ad approfondire la loro ricerca creativa: Atzeni attraverso le tecniche incisorie e la musica, Stefano Puddu Crespellani con l’utilizzo di materiali sempre nuovi.

Questa mostra nasce con l’intento di ritrovare i legami e i dialoghi iniziati nel 1986 con Sandra e proseguiti negli anni in diverse occasioni per i due artisti cagliaritani, ma mai più riproposti a Nuoro.

Le opere rappresentano una piccola parte della produzione di Atzeni e Puddu-Crespellani e raccontano il tempo presente, una nuova creatività e una nuova invenzione.

Stefano Puddu Crespellani che con “L’intreccio tra il bisogno espressivo, mediato dal linguaggio plastico, e il coinvolgimento personale nelle lacerazioni del mondo, genera un’opera dagli stilemi cangianti, tessuta sul filo dell’astrazione, ma non priva di un costante tentativo di dialogo con i propri interlocutori” e Gianni Atzeni  “abile sperimentatore (..) ama setacciare tutte le strade della tecnica per approdare a nuove soluzioni espressive” come scrive per lui M. Dolores Picciau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *