VARI EVENTI AL FESTIVAL DELLA BIODIVERSITA’ AL PARCO NORD DI CINISELLO BALSAMO CON IL CIRCOLO A.M.I.S. – EMILIO LUSSU E LO SPETTACOLO TEATRALE DI ELISA PISTIS IL 13 SETTEMBRE

di ELENA MONTANI TOCCO

Il Festival della Biodiversità, nato con l’intento di sensibilizzare e far comprendere al grande pubblico valore ed importanza della biodiversità nello sviluppo sostenibile, è giunto quest’anno alla sua tredicesima edizione. Ogni anno gli organizzatori scelgono un tema da sviluppare nel corso dei numerosi eventi che si succedono nell’area del Parco Nord di Cinisello Balsamo ed in varie strutture limitrofe e per questa edizione si sono ispirati ai valori ed agli intenti stabiliti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite che ha proclamato il 2019  ”Anno internazionale delle lingue delle minoranze”.

Le minoranze linguistiche storiche d’Italia sono numerose, ma fra queste la comunità sardofona è senz’altro la più consistente in quanto si calcola che la lingua sarda, sa limba, sia parlata, nelle sue molteplici varianti, da oltre 1.5 milioni di persone.

Il Circolo Culturale Sardo A.M.I.S. “Emilio Lussu”, che è stato invitato dal Comitato organizzatore del Festival a rappresentare la comunità sardofona, si è fatto promotore di due eventi. Il primo, più strettamente legato al tema della lingua parlata, è lo spettacolo teatrale “Mistero buffo” di Dario Fo, che verrà messo in scena da Elisa Pistis venerdì 13 settembre alle ore 19.30 presso la Cascina Centro Parco (ingresso libero).  L’adattamento dell’attrice cagliaritana riprende l’insegnamento del Maestro, ma rielabora parte del testo in sardo e crea una sorta di nuovo “grammelot” che, utilizzando suoni, parole inventate e parole prese da vari dialetti, riesce a superare le barriere linguistiche.

Il secondo evento proposto parte dall’osservazione che, come la lingua parlata, anche il cibo crea relazioni fra le persone e permette lo scambio di messaggi, trasmettendo la cultura di chi lo prepara. E se questo vale per tutti i cibi, a maggior ragione vale per il pane, che è stato per millenni l’elemento basilare dell’alimentazione dei sardi. La panificazione domestica nella nostra Isola ha una tale incisività e persistenza nel tempo da potersi considerare uno dei tratti più rappresentativi della cultura sarda. Per questo motivo il Circolo A.M.I.S. ha proposto la conferenza  “Pani e dolci rituali di Sardegna,” che sarà tenuta dalla Dott.ssa Elsa Di Meo e completata da una mostra di pani cerimoniali realizzati da Rosalba Deiana, dell’Associazione culturale “Sa Pintadora” di Tertenia (OG).

Questo evento, realizzato in collaborazione con Slow Food Nord Milano, si svolgerà martedì 24 settembre alle ore 18 presso la sede del Museo Interattivo del Cinema Milano, (viale Fulvio Testi 121)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *