FALSA PARTENZA: S(VAR)IONE DI RIGORE DELL’ARBITRO E IL BRESCIA SORPRENDE UN CAGLIARI DELUDENTE

Il Cagliari viene sconfitto 1-0 dal Brescia alla Sardegna Arena nell’esordio del nuovo campionato. Ha deciso un rigore trasformato da Donnarumma al 9’ della ripresa, concesso per un tocco col braccio di Cerri su un colpo di testa di Chancellor. Il Cagliari ha sofferto la freschezza di un Brescia sceso in campo senza timori reverenziali, ha subìto due reti giustamente annullate dall’arbitro per fuorigioco; una volta andati in svantaggio, i rossoblù hanno reagito lanciandosi all’attacco a testa bassa. L’ingresso in campo di Castro ha dato nuove energie e vivacità alla prima linea, il Cagliari è andato più volte vicino al pareggio, ma il gol non è arrivato, anche per le belle parate del portiere finlandese Joronen. Una serata sfortunata per il Cagliari, che ha perso Pavoletti a fine primo tempo per infortunio.

Rolando Maran effettua un solo cambio, forzato, rispetto alla partita di domenica di Coppa Italia contro il Chievo: al posto dello squalificato Rog c’è Nandez.

I rossoblù partono aggressivi: al 2’ Nandez scende bene sulla destra, sterzata sull’avversario diretto e pallone ceduto dietro per Birsa, il sinistro in condizioni di precario equilibrio vola alto. Poi Chancellor è costretto ad un intervento difensivo di testa su lancio di Klavan a cercare Joao Pedro. Al 5’ ancora Birsa al tiro, Nandez devia fortuitamente, palla appena sopra la traversa.

Il Brescia si fa vedere all’8’: cross velenoso di Sabelli che taglia l’area piccola rossoblù, fortunatamente nessun attaccante bresciano è pronto al facile tap-in davanti a Rafael.

L’occasionissima per il Cagliari è al 9’: Nandez trova il corridoio per Joao Pedro, che arriva solo davanti a Joronen, ma il suo destro sfiora il palo.

La partita è vivace, scorre piacevole con tanti spunti di rilievo. Il Brescia non è certo una vittima sacrificale, gioca bene diretta con piglio dal giovane Tonali. Al 12’ brivido per i rossoblù: bello il cross di Bisoli dalla destra, Donnarumma in piena area colpisce di testa e supera Rafael. L’arbitro Abbattista inizialmente convalida, ma su segnalazione del VAR annulla il gol: decisione giusta, il centravanti bresciano era in chiaro fuorigioco. Al 20’ Bisoli arriva al limite dell’area, tocco dietro per Spalek, destro secco, Rafael respinge in tuffo. Al 29’ su sponda di Chancellor, Rafael rilancia di piede all’altezza dell’area piccola.

Il Cagliari ha bisogno di qualche minuto per riorganizzarsi. Al 35’ suggerimento in profondità di Birsa per Joao Pedro, il brasiliano perde l’uno contro uno con Cistana, il difensore centrale lo ferma in fallo laterale.

Brutta tegola per il Cagliari al tramonto del primo tempo: Pavoletti ricade male dopo un contrasto aereo e si accascia a terra, dolorante al ginocchio. Il bomber rossoblù prova a riprendere il gioco ma subito dopo deve arrendersi: dentro al suo posto Cerri. L’arbitro assegna ben 5’ di recupero: al 1’ di questi, colpo di testa di Spalek, non lontano dai pali, nell’ultima azione del tempo.

Si riprende senza altri cambi. Al 47’ angolo dalla destra di Tonali, sponda di Chancellor, Bisoli ancora di testa batte ancora Rafael, ma anche stavolta il gol è annullato per fuorigioco. Le immagini televisive dimostrano l’esattezza della decisione del direttore di gara.

Al 48’ Pinna dalla destra traversa per Cerri, che tira in scivolata spedendo fuori.

Al 54’ nuovamente il VAR in azione: angolo di Tonali, sponda di Chancellor, il pallone carambola sul braccio di un Cerri voltato al momento dell’impatto. L’arbitro rivede l’azione sullo schermo e decide di assegnare il rigore. Donnarumma spiazza Rafael con un destro angolato.

Seconda sostituzione per il Cagliari al 62’: dentro Castro per Birsa. L’argentino ci mette poco ad entrare in partita: su botta di Cerri da fuori area, Joronen ribatte in qualche modo, Castro infila, ma in evidente posizione di fuorigioco. L’ingresso del numero 29 è una scossa elettrica per la squadra, che si lancia in avanti e mette sotto pressione il Brescia. Cerri, su intelligente sponda di Joao Pedro, viene murato al momento della conclusione al volo.

Al 71’ opera il primo cambio anche Corini: Zmrhal per Donnarumma.

Al 77’ angolo di Castro, Ionita si lancia sul pallone e lo colpisce da due passi, Joronen si salva coi piedi in qualche modo. Poi spettacolare rovesciata di Nandez, pallone teso in area, Joao Pedro non ci arriva per un niente.

Corini rinforza la difesa con Gastaldello al posto di Spalek. All’80’ Martella penetra in area, sinistro sull’esterno della rete.

Dentro anche Ragatzu al posto di Ionita per l’assalto finale.

All’85’ cross basso e forte di Nainggolan, Castro controlla spalle alle porta, palleggio e rovesciata, fermata da Cistana.

All’86’ grande parata di Joronen, che vola sulla sua sinistra a togliere dall’angolo un colpo di testa di Joao Pedro su cross di Pinna. Un minuto dopo ci prova Nainggolan, tiro a giro, centrale, il portiere finlandese blocca sicuro. Il Brescia è stremato, ma resiste e va anche vicino al gol con una incursione di Ayé (partito a dire il vero in netto fuorigioco), il francese conclude fuori.

Dopo 5’ di recupero, l’arbitro fischia la fine. Vince il Brescia, il Cagliari guarda alla partita di domenica sera contro l’Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *