ALGHERO CAPITALE DELL’EDUCAZIONE AMBIENTALE: IL 29 GIUGNO PER IL PROGETTO “EFFETTO FARFALLA”, APPUNTAMENTO AL PARCO DI PORTO CONTE

di GIAN BASILIO NIEDDU

Oltre 100 educatori e formatori dei 52 centri di educazione ambientale della Sardegna, i CEAS, si sono dati appuntamento per il 29 giugno ad Alghero, a Casa Gioiosa, sede del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia – Isola Piana. Una intera giornata dedicata alla formazione e condivisione di contenuti e strumenti del progetto voluto e promosso dall’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente dal titolo “Effetto farfalla –Tante piccole azioni per grandi cambiamenti

Il progetto è finalizzato al coinvolgimento di turisti, cittadini e studenti in un’ampia attività di sensibilizzazione sulla tutela degli ambienti costieri, con particolare attenzione agli attuali problemi dei litorali e di diffusione di buone pratiche di prevenzione. L’evento di lancio a  Casa Gioiosa sarà un’occasione concreta per condividere obiettivi e azioni del progetto: acquisire maggiori conoscenze e competenze per una efficace comunicazione soprattutto nell’attività di sensibilizzazione sui grandi temi ambientali, Inoltre diffondere la cura e la cultura dell’ambiente attraverso lo sport e la musica.

I 100 operatori nella città catalana, dopo una visita al Faro di Capo Caccia, parteciperanno  ad uno specifico modulo di formazione sull’economia circolare “Ambiente, economia circolare, neuromarketing” curato da Ainem (Associazione Italiana Neuromarketing).

“Il litorale sardo è fragile e delicato – ha dichiarato il direttore del Parco Mariano Mariani”. Per questo: “Serve la massima attenzione nei comportamenti individuali per ridurre l’impatto di quelli scorretti. I 16 CEAS costieri della Sardegna diventeranno dei veri e propri laboratori di comunicazione per diffondere pratiche virtuose ed eco-sostenibili. Per il CEAS del Parco di Porto Conte e per l’Area Marina Protetta di Capo Caccia si tratta di un prestigioso riconoscimento: coordinare, quale capofila, un progetto ricco di iniziative da svolgere in tutta la Sardegna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *