QUANTI RIMPIANTI, DINAMO! VENEZIA VINCE A SASSARI (73-76) E SI PORTA SUL 1-2 NELLA SFIDA PER LO SCUDETTO

Coach Pozzecco manda in campo Smith, Carter, Pierre, Thomas e CooleyDe Raffaele schiera Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt. Gli orogranata partono bene con Bramos e Haynes, i biancoblu un po’ contratti nei primi minuti rompono il ghiaccio con Pierre e il gioco da tre Smith. Ruotano i quintetti, il botta e risposta sul filo della parità è dalla lunetta e dal pitturato, Haynes dall’arco e Daye cercano l’allungo, Pozzecco chiama i suoi. La tripla di Gentile tiene il Banco a contatto e i primi 10’ di gioco si chiudono sul 16-19. Nella seconda frazione Tonut si mette in proprio e firma un parziale di 5-0, giuri Thomas dalla lunetta e Spissu dai 6.75 riducono le distanze a 4 lunghezze.  I ragazzi di coach Pozzecco faticano a concretizzare, Venezia ne sa approfittare per scappare grazie a Daye e Stone per il vantaggio in doppia cifra (24-35 a 3’ dall’intervallo lungo). Immediata la risposta biancoblu, con Pierre, Thomas e Cooley, che pero non riesce a fermare l’offensiva avversaria e si va agli spogliatoi sul 32-39.

Nella ripresa Thomas e Smith accendono l’attacco biancoblu, Stone risponde da 3, è lotta di stazza sotto il ferro, Pierre porta i suoi a un solo possesso, Gli uomini di de Raffaele in piena fiducia dettano il ritmo, le bombe di Tonut, Bramos, Stone e De Nicolao allargano il divario di nuovo in doppia cifra, al 30° è 46-59. Negli ultimi 10’ di gioco Watt e De Nicolao incrementano, Polonara e Spissu tengono acceso l’attacco del Banco, Polonara per Thomas che appoggia al ferro infiamma il PalaSerradimigni e riporta la Dinamo a due possessi. Un Gentile incontenibile guida i suoi, Pierre schiaccia per il pareggio (64-64 con un break di 14-0 per il Banco). Controbreak Reyer di 7-0 con Haynes e Daye e Pozzecco chiama il minuto. E’ ancora Gentile, questa volta dalla lunga, a riportare i suoi a contatto, è ancora parità (71-71) con Polonara che buca la difesa orogranata quando è già partito l’ultimo giro di cronometro. Daye punisce dai 6.75, una palla contesa regala il possesso alla Dinamo a 16.8” dalla fine, è ancora timeout Banco. Gentile capitalizza il fallo subito da Vidmar, un solo punto di svantaggio. Daye dalla lunetta non sbaglia, i biancoblu non finalizzano l’ultimo  possesso e gara3 si chiude 73-76 con Venezia che si porta in vantaggio sulla serie per 2-1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *