NASTRI D’ARGENTO 2019: BENITO URGU, BONIFACIO ANGIUS, STEFANO FRESI E TOMASO MANNONI TRA I CANDIDATI AL PIÙ ANTICO RICONOSCIMENTO DEL CINEMA ITALIANO

di BRUNO CULEDDU

Ennesimo importante riconoscimento per il cinema sardo: Benito Urgu, Bonifacio Angius, Stefano Fresi e Tomaso Mannoni sono “in cinquina” ai Nastri d’Argento 2019, il più antico riconoscimento per il cinema italiano. I giornalisti cinematografici iscritti al SNGCI (Sindacato dei Giornalisti Cinematografici Italiani) li assegnano infatti dal 1946, attraverso un voto con scrutinio notarile, per premiare ogni anno i migliori film, autori, interpreti, produttori e tecnici.

La proclamazione delle candidature della 73ª edizione si è svolta giovedì 30 maggio al MAXXI, il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma.

Bonifacio Angius è candidato ai Nastri d’Argento 2019 nella categoria “Miglior Soggetto”. Il suo Ovunque proteggimi, forte dei successi conseguiti in Italia e all’estero, è in competizione con Il grande spirito di Sergio Rubini, Tito e gli alieni di Paola Randi, La prima pietra di Rolando Ravello e Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno

Nella categoria “Miglior Attore Non Protagonista” troviamo lo strepitoso Benito Urgu per L’uomo che comprò la luna. Il popolare comico, cabarettista, conduttore televisivo e paroliere oristanese dovrà vedersela con Stefano Accorsi per Il campione, Edoardo Pesce per Non sono un assassino e Alessio Lapice per Il primo re e la coppia Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane per Il traditore.

Nella categoria “Miglior Attore di Commedia” figura anche Stefano Fresi nominato per L’uomo che comprò la luna, C’è tempo e Ma cosa ci dice il cervello. L’attore di origini sarde avrà contro la coppia Paolo Calabresi e Guglielmo Pocci per Bentornato PresidenteCorrado Guzzanti per La prima pietra, Fabrizio Bentivoglio e Alessandro Gassmann per Croce e delizia eFabio De Luigi per 10 giorni senza mamma e Ti presento Sofia.

L’ascesa del cinema Made in Sardegna è confermata dalla presenza nella cinquina delle “Segnalazioni Speciali per i corti doc” del regista e sceneggiatore cagliaritano Tomaso Mannoni per The Wash – La lavatrice. Un intenso e originale documentario, già Primo Premio del Pubblico alla manifestazione “Visioni Sarde nel Mondo” tenutasi recentemente alla Casa del Cinema di Roma.

La cerimonia dei “Nastri” si terrà il 29 giugno al Teatro Antico di Taormina e andrà in onda il 5 luglio su Rai 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *