IL CONTRIBUTO ARTISTICO DELL’ASSOCIAZIONE “GRAZIA DELEDDA” DI PISA PER IL ‘TAPPETO DELLA PACE’

segnalazione di GIOVANNI DEIAS

Quest’anno l’associazione «Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema» (Lucca), la città tristemente nota per l’eccidio nazista del ’44 in cui morirono 560 persone tra cui 130 bambini, ha organizzato un nuovo progetto intitolato «Tappeto del mondo». Il tappeto è costituito da un insieme di manufatti di 50 x 50 cm assemblati e avrà una lunghezza potenzialmente infinita.

“L’Associazione  ha voluto fortemente partecipare- dichiara il presidente Deias- a questa importante iniziativa con un manufatto realizzato dalla Consigliera Gilda Cefariello Grosso che è una fine ricamatrice e vincitrice di diversi premi nazionali. Il quadrato è impreziosito da disegni ricamati che rappresentano alcuni simboli dell’identità sarda”.  “I simboli che ho scelto, dichiara Gilda, sono legati ovviamente al tema della pace. Ho utilizzato infatti figure di colombe viste attraverso un’iconografia tipicamente sarda riconoscibile nei tratti morfologici centrati su una elegante stilizzazione  e connotati da una scelta cromatica  molto vivace.  Ho unito a questi motivi anche delle immagini di pintadere perché queste piccole matrici in terracotta, memoria di una splendida civiltà arcaica come quella nuragica, sono anche sigilli per il pane e il pane è il simbolo per antonomasia  del cibo dell’accoglienza.”

Il manufatto sarà unito agli altri realizzati a Pisa e provincia e presentato il 2 Giugno, in anteprima, alla Certosa di Calci. Infine, il “Tappeto del mondo” sarà esposto per la prima volta a Sant’Anna di Stazzema nell’ambito delle celebrazioni del 75esimo anniversario della strage, avvenuta il 12 agosto del 1944.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *