SCROSCIANTI APPLAUSI A LA SPEZIA (CON IL CIRCOLO GRAZIA DELEDDA) PER “L’UOMO CHE COMPRÒ LA LUNA” DI PAOLO ZUCCA

Da sx il presidente del circolo Deledda di La Spezia Pietro Pala e il regista Paolo Zucca
di SAVERIO COGHE

Una serata all’insegna del cinema di qualità quella di giovedì 23 maggio al Circolo “Grazia Deledda” di La Spezia.

Reduce dai successi conseguiti nelle sale di mezza Italia è stato presentato anche al pubblico spezzino “L’Uomo che comprò la Luna“, la poetica e surreale commedia di Paolo Zucca.

I soci del circolo, emigrati sardi ormai integrati nella cittadina ligure, hanno particolarmente apprezzato la performance di Jacopo Cullin che, dietro il falso nome di Kevin Pirelli, un marcato accento milanese e una chioma biondissima, cerca di nascondere la propria identità sarda.

È probabile che nel buio della sala molti si siano immedesimati un po’ nel personaggio o abbiano riconosciuto gli atteggiamenti di qualche conoscente appena approdato nel Continente.

Tutti hanno apprezzato il corso di sardo condotto da uno straordinario e commovente Benito Urgu. La storia ha coinvolto gli spettatori sempre di più e, al termine dell’avventura, il pubblico ha tributato al film applausi scroscianti.

Paolo Zucca, presente in sala, ha continuato a evocare la magia della Sardegna descrivendo le location usate per le riprese: Cagliari, Oristano, Cabras e San Vero Milis.

Pietro Pala, presidente dell’Associazione, ha espresso l’apprezzamento dei soci donando al regista una targa con basso rilievo prodotta dalla valente ceramista Nina Meloni.

L’iniziativa è stata parte del piano di attività previsto per il 2019 dal Circolo “Grazia Deledda” per la promozione del cinema quale strumento di conoscenza e arricchimento culturale dei propri soci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *